Gignac protagonista al Mondiale per club: il retroscena sul Milan

A 35 anni è ancora decisivo a livello mondiale il francese Gignac, centravanti che fu molto vicino al Milan qualche anno fa.

Gignac retroscena Milan
André-Pierre Gignac (Getty Images)

Oggi in Qatar è scattato il Mondiale per Club, la nota manifestazione internazionale che assegna il premio alla squadra più vincente e importante del globo.

La gara inaugurale è stata vinta dai messicani del Tigres, con un 2-1 contro i coreani dell’Ulsan Hyundai.

Un successo in rimonta firmato da André-Pierre Gignac, eccezionale e longevo centravanti che da anni trascina i messicani verso traguardi importantissimi.


Leggi anche:


Quando Gignac stava per firmare con il Milan

Anche a 35 anni Gignac continua a segnare, a tutte le latitudini, ed a mostrare il suo enorme talento da centravanti puro.

E pensare che nel 2015 il francese è stato molto vicino e tentato di firmare con il Milan, club allora alla ricerca di un nuovo centravanti.

Gignac era in scadenza con l’Olympique Marsiglia e aveva fatto intendere di voler cambiare aria, lasciando il suo club a parametro zero.

Il Milan gli propose un accordo in maniera informale e Gignac aveva seriamente valutato la proposta. Oltre ai rossoneri anche l’Inter ed il Napoli in Italia fecero un pensierino al classe ’85.

La scelta di Gignac invece sorprese tutti: a neanche 30 anni decise di lasciare il calcio europeo più prestigioso e trasferirsi in Messico, sposando il progetto Tigres.

Non è un caso se la squadra di San Nicolàs con Gignac ha vinto ben 10 trofei negli ultimi cinque anni, tra cui la Concacaf Champions League, ovvero la maggiore competizione per club del Centro-Nord America.