Milan, Pioli: “Calhanoglu e Bennacer da valutare. Ibra determinante”

La conferenza stampa di Pioli alla vigilia di Milan-Crotone, la sfida in programma domani alle ore 15:00 e valida per la 21^ giornata di Serie A

Pioli
Stefano Pioli in conferenza stampa (foto acmilan.com)

CROTONE – Il Crotone gioca bene e palleggia bene, e si difende da ottima squadra, non so che attaccanti troveremo domani, hanno aumentato il parco attaccanti“.

BENNACER – Bennacer ha avuto un principio di bronchite e un po’ di febbre, oggi non si è allenato. Domani verrà valutato”.

TONALI – “Tonali non deve soffrire il ritorno di Bennacer, deve esserne stimolato”.

PREOCCUPAZIONI – “La mia unica preoccupazione è mantenere l’attenzione alta, abbiamo avuto fin qui un ottimo livello tattico ma si può migliorare. La classifica dice che le prime 7 hanno la possibilità di vincere lo scudetto e arrivare in Champions, vanno temute tutte, non vogliamo uscire dalle prime quattro”.

LA SETTIMANA – “La settimana l’abbiamo usata per valutare tutta la condizione atletica”.

IBRAHIMOVIC – Ibra è molto determinato, a Bologna è stato importante e mi è piaciuto a Bologna come tutta la fase offensiva. Calhanoglu ha avuto qualche sintomo, lo valuterò bene per domani perché è unico”.

SAN SIRO – Abbiamo perso due gare in casa, rimpianti per i pareggi in casa con Verona e Parma. Conta solo domani, migliorare rendimento in trasferta è difficile”.

L’INTER VINCE – “Dobbiamo abituarci a queste pressioni, non è la prima volta che l’Inter gioca e vince prima di noi”.

STIMOLI –Siamo a metà e gli obiettivi si avvicinano, la gara di domani è importantissima. Lo stimolo arriva da noi stessi, non dalla vittoria di ieri dell’Inter, la classifica si vedrà domani sera”.

SETTIMANA LIBERA –Preparare una partita in una settimana libero è strano, perché giocare ogni tre giorni è diverso. Abbiamo recuperato a livello fisico, una settimana utile per prepararsi alla sfida di domani”.

CAPELLO –Sicuramente l’interesse di Sacchi e Capello fa piacere per quanto riguardo il mio lavoro, c’è sempre da lavorare.”

  • Alle 15:00 inizia la conferenza stampa di Pioli alla vigilia di Milan-Crotone. Vi forniremo in tempo reale tutte le dichiarazioni del mister sul match

Tutto pronto nella sala stampa di Milanello per la consueta conferenza stampa di vigilia di Stefano Pioli. L’allenatore del Milan risponderà alle domande dei giornalisti presenti in vista della partita contro il Crotone, in programma domani alle ore 15:00 allo stadio San Siro. Un match che la squadra deve assolutamente vincere, visto che ieri l’Inter ha vinto con la Fiorentina ed è momentaneamente prima.

Il Milan quindi deve rispondere ai cugini. La partita sembra facile sulla carta ma in realtà il Crotone è una squadra molto pericolosa e che nasconde molte insidie. Dall’altra parte c’è Stroppa in panchina, uno che ha vissuto tante cose belle con la maglia rossonera da calciatore. Il suo 3-5-2 può creare difficoltà alla difesa rossonera in contropiede anche se l’assenza di Messias, squalificato, peserà eccome sull’economia del match.


Leggi anche:


Milan-Crotone, chance per Meite

In questi giorni vi abbiamo raccontato della possibilità di vedere Bennacer dal primo minuto. L’ex Empoli è rientrato da un lungo infortunio proprio a Bologna: è entrato nel secondo tempo è apparso un po’ in difficoltà, inevitabilmente. Gli serve mettere minuti nelle gambe e quella di domani sembrava un’opportunità importante. E invece, stando a quanto riferito da Sky Sport proprio in queste ore, sembra che giocherà Meite insieme a Kessie domani. Bennacer, così come Tonali, dovrebbero quindi partire dalla panchina.

In attacco ci sarà il solito Ibrahimovic ma la notizia più importante è il rientro dal primo minuto di Hakan Calhanoglu, l’uomo che cambia la squadra sotto tutti i punti di vista. Farà il trequartista alle spalle dello svedese. Insieme a lui Saelemaekers a destra e molto probabilmente Leao a sinistra (in vantaggio su Rebic). In panchina Mario Mandzukic, che spera di avere altri minuti a partita in corso. In difesa confermato Tomori insieme a Romagnoli con Calabria e Theo a completare la linea a quattro.