Calciomercato Milan, riscatto Dalot: la mossa di Maldini!

Diogo Dalot, arrivato in estate in prestito secco dal Manchester United, non è ancora certo del suo futuro in rossonero.

Diogo Dalot
Diogo Dalot (©Getty Images)

Diogo Dalot, terzino portoghese di proprietà del Manchester United, non è certo di rimanere tra le file del Diavolo anche per la prossima stagione. Fin qui il rendimento del terzino destro non è decollato, complice una grande stagione di Davide Calabria e il club di Via Aldo Rossi medita se chiedere ai Red Devils il riscatto del difensore.

Infatti Dalot è arrivato a Milano in prestito secco, complice la fretta rossonera di reclutare un laterale difensivo in grado di giocare su entrambe le fasce. I due club avevano strappato anche un accordo verbale per ridiscutere un eventuale riscatto in primavera.

Dopo il nodo rinnovi il club infittirà i contatti col club inglese per cercare di far quadrare le esigenze delle due società.


Leggi anche:


L’affare Diogo Dalot, la situazione

Il terzino lusitano al momento non rientra nei piani dello United, essendo quella fascia già presidiata da Aaron Wan-Bissaka, e in estate le attenzioni saranno rivolte a Trippier, laterale britannico in forza all’Atletico Madrid.

Tuttavia i Diavoli Rossi non vogliono svalutare l’acquisto di Dalot, prelevato dal Porto per 19 milioni di sterline dal Porto meno di ventiquattro mesi fa. Gli inglesi vorrebbero intascare quella cifra, vista la giovane età del terzino, ma il Milan non vuole sborsare quella cifra, reputandola troppo esosa per quanto mostrato dal terzino.

Come riportato da Calciomercato.com il Milan vorrebbe uno sconto, anche perché il lusitano è indietro nelle gerarchie di mister Pioli e per questo non vuole spendere quella cifra per un calciatore non reputato un titolare dall’allenatore.

Fin qui Dalot è un calciatore di coppa, avendo disputato tutte le 8 gare tra Europa League e Coppa Italia, ma in campionato il portoghese è sceso in campo solo 8 volte, molte delle quali quando Calabria è stato spostato in mediana.

Una situazione che il Milan sta monitorando, ma al momento i club non hanno fissato il colloquio per trattenere il calciatore all’ombra della Madonnina.