Ufficiale: lo Spezia cambia proprietà | Subito Derby americano!

Cambio di proprietà completato oggi ufficialmente per lo Spezia Calcio, ennesimo club di Serie A in mano agli americani.

Spezia cambio proprietà
Lo stadio dello Spezia (Getty Images)

Un altro gruppo di origine statunitense da oggi è ufficialmente entrato a far parte del calcio italiano.

La famiglia Platek ha acquistato il pacchetto di maggioranza dello Spezia Calcio, squadra ligure neopromossa, alla prima esperienza di Serie A della propria storia.

Poco fa è stato proprio il club bianconero ad annunciare, sul sito acspezia.com, l’acquisizione da parte dell’imprenditore made in USA Robert Platek. Questo il primo messaggio dei nuovi proprietari:

“Siamo felici per l’acquisizione dello Spezia Calcio. La Serie A è l’elite ed è da tempo che cercavamo un’opportunità di partnership con un Club italiano di cui apprezzassimo la Mission, l’Ethos e l’Etica. Così è stato con lo Spezia Calcio, perché il club ha gli stessi valori in cui crede la nostra famiglia: il lavoro e l’umiltà. Siamo onorati di poterlo supportare e aiutarlo a crescere puntando ad ottenere successi futuri e a rendere orgogliosi i fedelissimi fan”.


Leggi anche:


Chi è Robert Platek, nuovo patron dello Spezia

Platek è un investitore americano, che vive e lavora a Washington DC. Ha fatto fortuna diventando della MSD Capital, una società nata per gestire l’enorme patrimonio economico di Michael Dell, uno degli uomini più ricchi al mondo e proprietario della Dell Technologies.

Non è nuovo ad investimenti nel mondo del calcio. Platek infatti possiede da qualche anno altri due club europei: il Casa Pia in Portogallo ed il Sonderjysk in Danimarca.

L’imprenditore ha ‘rischiato’ anche di entrare nel calcio inglese, visto che ha trattato personalmente insieme a due soci l’acquisizione delle quote del Sunderland. Operazione poi saltata per diversi motivi.

Insieme a Platek sbarcherà a La Spezia anche il fratello Philipp, che sarà il suo braccio destro e ricoprirà il ruolo di vice-presidente.

Subito una curiosità: Platek esordirà come presidente dei liguri sabato sera contro il Milan. E sarà subito un derby a stelle e strisce, contro il fondo Elliott, anch’esso di origine americana.

Salgono così a sette i club italiani attualmente in mano ad una proprietà d’oltreoceano. Oltre a Spezia e Milan, anche Roma (Friedkin), Fiorentina (Commisso), Parma (Krause), Bologna (Saputo) e Venezia (Niederauer).