Spezia-Milan 2-0, pagelle e tabellino: terzini disastrosi, Ibrahimovic predica nel deserto

Le pagelle di Spezia-Milan, l’anticipo delle 20:45 della 22^ giornata di Serie A. Una serata da dimenticare per i rossoneri che perdono 2-0

Ibrahimovic
Ibrahimovic (©Getty Images)

Un Milan surclassato dallo Spezia sotto tutti i punti di vista. Nel primo tempo la squadra di Italiano parte subito a mille e mette alle corde i rossoneri. Che riescono a creare qualcosa, ma senza mai impensierire seriamente il portiere avversario. Gli avversari sono più pericolosi, con un Agudelo straordinario nel ruolo di falso nove in mezzo a Kjaer e Romagnoli.

La rete che sblocca il risultato sembra un qualcosa di inevitabile; e infatti, nel secondo tempo, lo Spezia trova la rete del meritatissimo 1-0 con Maggiore, autore del suo primo gol in Serie A. Un gol che manda ancor di più in bambola i rossoneri, mentre lo Spezia non si ferma e continua a spingere, fino al raddoppio: stavolta la firma è di Bastoni, che spara uno splendido sinistro sul secondo palo. Pioli prova a buttar dentro Mandzukic, Castillejo e Hauge, ma niente da fare.


Leggi anche:


Spezia-Milan, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6 – Non può nulla su entrambi le reti subite. Rispetta comunque la media di un miracolo a partita nel primo tempo su Saponara.

Dalot 4 – Saponara fa praticamente quello che vuole sul suo lato. Bennacer non lo aiuta abbastanza, ma lui ci mette del suo con una serie infinita di errori in fase difensiva. In quella offensiva, manco a dirlo, è invisibile.

Kjaer 5 – Un rientro importante ma non è serata. Qualche buon intervento nel primo tempo, ma poi nella ripresa anche lui non può nulla sulle azioni create dagli avversari (dal 69′ Tomori sv).

Romagnoli 5 – Agudelo un incubo per chiunque, soprattutto per Alessio che non riesce mai a fermarlo. Una serata difficile per tutti e anche per il capitano che è anche poco aiutato da Theo e dai centrocampisti.

Theo Hernandez 4,5 – Una di quelle serate dove ha l’interruttore spento. La prima rete dello Spezia nasce da un suo errore.

Kessie 5 – In partite difficili come questa, di solito Franck è quello che riesce sempre a fare la sua partita. Non stasera. I centrocampisti avversari continuano a prendere alle spalle, con la palla fra i piedi è frettoloso e poco lucido. Possono giocare male tutti, ma se gioca male Kessie è davvero una serata storta.

Bennacer 5 – Titolare dopo due mesi da assenza, è apparso in netta difficoltà sotto tutti i punti di vista. L’infortunio è stato lungo e complicato, ha bisogno di tempo per rivederlo nelle condizioni migliori.

Leao 4,5 – Proprio quando sembrava aver acquisito un minimo di continuità, l’ex Lille torna a lasciare parecchio a desiderare. Vignali dall’altra parte lo sovrasta (dal 69′ Mandzukic sv).

Calhanoglu 5 – Anche lui torna titolare dopo la positività al Covid-19 e altri problemi fisici, ma non è il solito Calhanoglu. Fatica a trovare la posizione anche grazie ad uno splendido lavoro del centrocampo avversario. Che limita il suo raggio d’azione (dall’82’ Hauge sv).

Saelemaekers 5,5 – Sembra l’unico, soprattutto nel primo tempo, ad avere un minino di brillantezza e di intensità. Purtroppo anche lui cala nella ripresa anche perché poco servito (dall’82’ Castillejo sv).

Ibrahimovic 6 – Nel primo tempo si lamenta per diversi motivi: non riceve mai un pallone pulito e Leao è sempre molto lontano. Erlic e Ismajli lo marcano benissimo, anche in maniera dura ma senza mai affondare il colpo. Brutta serata anche per Ibra che stavolta da solo non poteva fare granché.

Spezia-Milan, il tabellino della partita

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali, Ismajli, Erlic, Bastoni; Estévez, Saponara, Maggiore; Gyasi, Agudelo, Ricci. A disp.: Zoet; Capradossi, Chabot, Dell’Orco, Marchizza, Ramos; Acampora, Agoumé, Pobega, Sena; Gălăbinov, Verde. All.: Italiano.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Kjær, Romagnoli, Hernández; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Leão; Ibrahimović. A disp.: A. Donnarumma, Tătărușanu; Gabbia, Kalulu, Tomori; Castillejo, Hauge, Krunić, Meïte, Tonali; Mandžukić. All.: Pioli.

Arbitro: Chiffi di Padova.

Marcatori: