Crollo Milan, surclassato dallo Spezia | Primato a rischio!

Un Milan stranamente fuori giri e mai in partita è stato sconfitto meritatamente in casa dello Spezia per 2-0 ieri sera.

analisi Spezia Milan
Il gol di Bastoni (©Getty Images)

Irriconoscibile. Il Milan di ieri sera sceso in campo contro lo Spezia ha sorpreso tutti in negativo, perdendo meritatamente la sua prima gara in trasferta della stagione.

Un secco 2-0 che non ammette alibi o interpretazioni. Lo Spezia di mister Italiano è stato superiore, ha cercato la vittoria e non ha mollato di un centimetro.

Al contrario Stefano Pioli ha rivisto un Milan senz’anima, stavolta neanche in grado di reagire al doppio svantaggio, come invece accaduto in stagione contro Verona, Parma e Genoa.


Leggi anche:


Spezia-Milan 2-0, l’analisi del match

Come scrive stamane la Gazzetta dello Sport, quella di ieri allo stadio Picco è stata una notte da incubo. Si sono rivisti i fantasmi dell’ultima sconfitta lontana da San Siro, l’ormai famoso 0-5 subito dall’Atalanta a dicembre 2019.

I motivi della sconfitta sono molteplici ma si possono racchiudere in due termini: mancanza di aggressività e palloni persi. I rossoneri sono stati surclassati da uno Spezia che ha giocato ‘da Milan’.

Complimenti a Vincenzo Italiano, che nonostante alcune assenze pesanti ha imbastito un 4-3-3 quasi zemaniano, ma allo stesso tempo cinico e spietato. Tanti palloni preziosi rubati, difesa alta e mai in difficoltà e numerose occasioni create.

Difficile capire dove finiscano i meriti dello Spezia ed inizino i demeriti di un Milan spento e fuori giri. Fatto sta che la partita Pioli l’ha vista scivolare via in mezzo al campo, dove il rientrante Bennacer e Kessie non hanno saputo dare copertura e in più sono stati annullati dalla pressione di Ricci, Estevez e Maggiore.

Dopo il vantaggio di capitan Maggiore il Milan ha provato a cambiare pelle, passando al 4-4-2 con l’inserimento di Mario Mandzukic. Troppo poco per svoltare, visto che lo Spezia ha continuato a martellare senza sosta, trovando il raddoppio con Bastoni.

L’uomo-chiave? Forse il talentuoso Agudelo, scelto a sorpresa come ‘falso 9’ al centro dell’attacco ligure. Da solo ha fatto impazzire la difesa rossonera e aperto le voragini nelle quali lo Spezia ha banchettato.

Ora il rischio è quello di subire il sorpasso dai rivali dell’Inter. Il Milan tiferà Lazio nel posticipo di oggi a San Siro. Certo, perdere così nella settimana che vedrà i rossoneri affrontare Stella Rossa e derby non è proprio il massimo…