Kabak, esordio shock in Premier per l’ex obiettivo Milan

Il difensore turco Ozan Kabak, vicino al Milan nel recente passato, ha fallito nel suo primo match da titolare in Premier League inglese.

Kabak esordio shock
Ozan Kabak (©Getty Images)

Il Milan in passato è stato tre volte vicino ad ingaggiare il difensore turco Ozan Kabak, finito da tempo sul taccuino degli osservatori rossoneri.

Inizialmente nel 2019, quando con 15 milioni di euro di clausola rescissoria poteva lasciare lo Stoccarda. Ma furono i tedeschi dello Schalke 04 ad accaparrarselo.

Poi due volte negli ultimi mesi: prima nell’estate 2020 e successivamente lo scorso gennaio, ma il Milan ha trovato sempre un muro da parte del suo club d’appartenenza.

Alla fine l’ha spuntata il Liverpool, che a fine mercato di riparazione ha investito 20 milioni di euro (tra prestito, riscatto e bonus vari) per portare Kabak in Premier League.


Leggi anche:


Disastro Kabak: tra i peggiori in Leicester-Liverpool

Il Liverpool campione d’Inghilterra in carica ha deciso di puntare su Kabak per colmare un vuoto in difesa, dovuto agli infortuni di elementi come Van Dijk, Matip e Gomez.

Una soluzione di prospettiva, visto che il turco ha soli 20 anni e tanto talento per potersi imporre ad alti livelli, ma il suo primo approccio con la Premier League non è stato certo positivo.

Ieri Kabak ha esordito dal 1′ minuto nello scontro tra Leicester City e Liverpool. Un match delicato che ha visto i Reds soccombere per 3-1 in rimonta.

Kabak è stato giudicato dai tabloid inglesi come uno dei peggiori in campo. Esordio shock per l’ex Schalke, che ha avuto colpe sulle maggiori distrazioni difensive della sua nuova squadra.

Schierato in un tandem difensivo inedito accanto a Henderson, il turco ha subito fatto intravedere titubanze nel primo tempo, scivolando e mandando Jamie Vardy in porta a colpire una clamorosa traversa.

Incertezze concretizzate definitivamente nella disastrosa ripresa. Dopo il gol di Salah ed il pareggio di Maddison, il Liverpool la combina grossa: Kabak non si intende con il portiere Alisson, i due si scontrano e lasciano a Vardy campo libero per realizzare il 2-1.

Poco reattivo l’ex obiettivo Milan anche sul tris di Barnes, che se ne va facilmente in velocità proprio sulla pressione leggera del turco. Una prestazione da dimenticare che crea meno rimpianti al Milan per il colpo di mercato saltato.