Stojkovic svela il retroscena: “Fui vicino al Milan”

Poteva essere del Milan, ma Dragan Stojkovic si è limitato ad alcuni allenamenti a Milanello e basta. L’ex Stella Rossa racconta cosa accadde.

Dragan Stojkovic Milan
Dragan Stojkovic (©Getty Images)

Dragan Stojkovic è uno dei migliori giocatori della storia della Serbia, non c’è dubbio. Era un centrocampista offensivo con grandi qualità tecniche e si è fatto valere sia con la maglia della Nazionale che con quelle di club.

Stojkovic militava nella Stella Rossa che venne eliminata dal Milan nella storica doppia sfida degli Ottavi di Coppa dei Campioni 1988/1989. Segnò un gol all’andata a San Siro e uno al ritorno al Marakana. La squadra di Belgrado perse ai calci di rigore. Nel 1993 l’allora calciatore vinse con Marsiglia la Champions League battendo proprio i rossoneri. Però non andò neanche in panchina in quella partita. In carriera ha anche militato in Italia con l’Hellas Verona nella stagione 1991/1992.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, i retroscena di Stojkovic

Dragan Stojkovic
Dragan Stojkovic (©Getty Images)

Stojkovic, che dopo il ritiro da giocatore ha intrapreso l’esperienza da allenatore, ha raccontato a Tuttomercatoweb.com che era stato vicino a vestire la maglia del Milan: «Nel 1989 avevo firmato un pre-contratto col Marsiglia, due ore dopo l’accordo mi chiama Galliani e io nego. Bernard Tapie, allora presidente dell’OM, aveva già sparso la voce. Non potevo dire di no, Tapie era arrivato a casa mia con aereo privato e offrendomi un contratto da top. Nel 1991 il Milan mi ha invitato a giocare un torneo amichevole a Madrid, faccio tre giorni di allenamento a Milanello ma poi la Federcalcio non mi concede l’ok perché non sono tesserato».

L’ex centrocampista aggiunge che Silvio Berlusconi lo stimava molto e che aveva pensato di prenderlo anche dopo il passaggio al Marsiglia: «Berlusconi mi regalò due orologi durante la mia stagione in prestito al Verona. Probabilmente pensava che l’anno seguente sarei andato al Milan. Purtroppo ebbi problemi a un ginocchio e non se ne fece nulla. Presero poi Savicevic».

Stojkovic in Europa League farà il tifo per la “sua” Stella Rossa, guidata dall’ex Inter Stankovic. Vedremo se la squadra di Belgrado riuscirà a mettere in difficoltà i rossoneri di Pioli.