Milan, Mandzukic titolare: non accadeva da 348 giorni

Il Milan ha scelto di puntare su Mario Mandzukic come prima punta contro la Stella Rossa: torna titolare dopo molti mesi.

Mario Mandzukic Milan
Mario Mandzukic (©Getty Images)

Pochi minuti fa il Milan ha ufficializzato la formazione titolare per la sfida di questa sera contro la Stella Rossa di Belgrado.

Per il match di Europa League, valido per l’andata dei sedicesimi di finale, il tecnico Stefano Pioli ha scelto di effettuare un turnover calcolato e specifico.

La novità più interessante riguarda la presenza dal 1′ minuto di Mario Mandzukic. L’attaccante croato è stato scelto per sostituire Zlatan Ibrahimovic, che partirà dalla panchina con l’intento di riposare in vista del derby di domenica prossima.


Leggi anche:


Mandzukic dal 1′ minuto: l’ultima volta a marzo 2020

Mandzukic dunque completerà il reparto offensivo del Milan. Il croato agirà da prima punta, mentre ai suoi lati sono stati scelti il connazionale Ante Rebic e l’ala spagnola Samu Castillejo.

Stefano Pioli ha dunque deciso di rivoluzionare l’attacco del Milan rispetto all’ultima gara di campionato persa in casa dello Spezia, puntando tutto sulla voglia di farsi notare di Mandzukic.

Il calciatore classe ’86, giunto nell’ultima sessione di mercato invernale, torna a giocare dal 1′ minuto dopo ben 348 giorni dall’ultima volta.

E’ passato quasi un anno da quando Mandzukic giocò la sua ultima partita ufficiale da titolare: era il 7 marzo 2020, poco prima del lockdown totale per contrastare la pandemia.

In quel caso il numero 9 rossonero indossava la maglia dell’Al-Duhail, nel ruolo di esterno sinistro d’attacco. Per la cronaca la sua squadra vinse 2-1 in trasferta sul campo dell’Al-Sailiya, con Mandzukic che restò in campo per 68 minuti.

Poi tanti mesi di inattività per l’ex Juventus, sia per lo stop ai campionati, sia per la fine anticipata del suo contratto con l’Al-Duhail.

Mandzukic è tornato a giocare dopo circa 10 mesi in Milan-Atalanta, subentrando a Castillejo a 20 minuti dal termine. Finora ha accumulato 4 spezzoni in Serie A, ma ora è il suo turno: esordio da titolare in Europa League con l’obiettivo di tornare ad essere decisivo e convincere Pioli a puntare seriamente su di lui, nella fase finale della stagione.