Lukaku, il retroscena: poteva essere del Milan!

Da giovanissimo Romelu Lukaku è stato vicino ad essere un calciatore del Milan. La rivelazione arriva da La Repubblica.

Lukaku retroscena Milan
Romelu Lukaku (Getty Images)

Il pericolo numero uno per la difesa del Milan quest’oggi sarà ancora il gigante belga Romelu Lukaku.

Il centravanti dell’Inter non è solo il calciatore più prolifico della squadra nerazzurra, ma attualmente condivide con Cristiano Ronaldo la vetta della classifica marcatori di Serie A.

Inoltre Lukaku da quando indossa la maglia nerazzurra ha già colpito quattro volte il Milan, andando a segno in tutti i derby finora disputati.

Eppure il classe ’93 dell’Inter in passato avrebbe potuto indossare un’altra maglia di Serie A. Proprio quella dei rivali rossoneri.


Leggi anche:


Lukaku al Milan: affare in sinergia con il Bologna

Il Milan è stato realmente vicino ad ingaggiare Lukaku. Il retroscena di mercato è stato svelato quest’oggi sulle pagine de La Repubblica.

Ma non si tratta di un’eventualità recente, bensì che risale ad una decina di anni fa, quando il centravanti belga era soltanto una promessa del calcio europeo.

All’epoca dei fatti Lukaku militava nell’Anderlecht, il club più noto e prestigioso del Belgio. I bianco-malva lo avevano prelevato a soli 13 anni dalle giovanili del Lierse.

Fu durante una partita con il vivaio di Bruxelles che il compianto Carmine Longo, dirigente all’epoca del Bologna, osservò dal vivo un giovanissimo ma già eccezionale talento di origine africana, dal fisico statuario e dalle qualità offensive innate.

Longo provò ad imbastire dunque una trattativa per portarlo in Italia chiamando in aiuto Adriano Galliani, l’ex amministratore delegato del Milan.

Si ipotizzò dunque una operazione in sinergia, come era solito fare tra club meno ricchi ed altri di maggior prestigio. L’idea era quella di acquistare Lukaku in comproprietà. Il belga avrebbe inizialmente giocato nel Bologna per poi, dopo aver maturato, passare nelle mani del Milan.

Alla fine però non se ne fece nulla. Mancò l’accordo tra l’Anderlecht ed i due club italiani, anche per questioni legate a percentuali e commissioni. Come spesso accade nel calcio, Lukaku diversi anni dopo è riuscito a sbarcare a Milano, ma scegliendo l’altro lato dei Navigli.