Milan-Inter, Berti: “Ibra fuori prima per le prove di Sanremo?”

Nicola Berti, ex centrocampista dell’Inter, ha commentato il derby, andato in scena ieri, che ha visto il Milan perdere 3-0

Milan e Inter Ibra Sanremo Berti
Inter-Milan (© Getty Images)

L’ex centrocampista dell’Inter, Nicola Berti, ha commentato il derby, che ha visto la squadra di Antonio Conte imporsi con un rotondo 3 a 0, grazie alla doppietta di Lautaro Martinez e alla rete di Lukaku. Decisivo è stato anche Samir Handanovic, con le sue parate all’inizio del secondo tempo, che hanno permesso alla squadra, poi, di dilagare.

Nel mirino di Berti è finito così Ibrahimovic, che non è riuscito ad incidere: “Era nell’area che ne avevamo di più, però non mi aspettavo questa superiorità così marcata – ammette il nerazzurro ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’ -. A proposito, Zlatan Ibrahimovic è uscito prima: perché? Aveva delle prove per Sanremo?”.

Il segreto del successo – “Antonio Conte, senza dubbio. Il suo rapporto con i giocatori è straordinario e loro, ormai, giocano per lui. Si vede nell’attenzione che mettono, nella cattiveria agonistica, nella corsa verso la panchina dopo ogni gol. Questa Inter è squadra in tutto e per tutto. E il merito di questo splendido lavoro è del mister”.


Leggi anche:


Lotta scudetto – “L’Inter deve temere solo sé stessa: è una squadra pazza, lo dice il DNA. Ma credo che ormai la montagna sia stata, ormai, scalata, ora arriva la discesa. Dove servono, però, gambe forti per non cadere. Come quelle di Ivan Perisic”.

Barella: “È sempre eccezionale: è il polmone di questa squadra. Ed anche in prove meno spettacolari, sa essere determinante. C’è sempre lui sulle seconde palle, non perde mai un duello. Però, forse, dovremmo spendere due parole anche sui difensori, di cui si parla sempre troppo poco. Con Milan Skriniar, Stefan de Vrij ed Alessandro Bastoni l’Inter ora è insuperabile. E se anche Samir Handanovic torna su questi livelli …”.