Theo Hernandez, 4 tiri concessi per errori individuali: il peggiore in Serie A

Theo Hernandez sta svolgendo la solita grande stagione offensiva, con quattro reti, ma in fase difensiva viene condannato da una pessima statistica.

Theo Hernandez in Milan-Udinese
Theo Hernandez in Milan-Udinese (©Getty Images)

Rivelazione lo scorso anno, conferma in questa stagione: Theo Hernandez è uno dei leader tecnici del Milan. Il terzino francese ha siglato quattro reti e quattro assist in questa stagione, confermando le sue attitudini ultra offensive.

Tuttavia il francese non è risultato uno dei più lucidi in fase difensiva in questa stagione, e una statistica lo mostra in maniera eloquente. Di questa non lusinghiera graduatoria Hernandez figura al primo posto, mostrando una certa disattenzione in alcune fasi del gioco.


Leggi anche:


Hernandez è il calciatore che concede più tiri agli avversari

Per gli avversari è un vero incubo, un treno che palla al piede mette in crisi i terzini avversari, e i numeri offensivi lo mostrano: 4 reti e 4 assist in stagione per Theo Hernandez. Tuttavia il francese ha mostrato delle lacune difensive che stanno incidendo sulla stagione del Diavolo.

Stando al portale web Whoscored Theo Hernandez è il calciatore che coi suoi errori ha concesso più tiri diretti agli avversari. Nessuno in Serie A, in questa stagione, ha concesso più conclusioni a rete con gli errori individuali qunto il francese, che guida la classifica con 4 errori gravi.

Anche ieri il francese si è reso protagonista di un retropassaggio incauto che ha messo Roberto Pereyra davanti a Donnarumma. L’azione è stata sventata da un salvataggio sulla linea del capitano Alessio Romagnoli, ma ha mesos in luce le disattenzioni di Hernandez.

Questa statistica mostra, altresì, quanto il calciatore sia centrale nello scacchiere tattico di Stefano Pioli. Infatti molte delle azioni rossonere che partono dal basso coinvolgono il francese, sempre pronto a partire palla al piede.

L’aumento dei possessi per Theo implica maggiori responsabilità, e di conseguenza maggiori errori. Tuttavia la statistica implica quanto gli errori del francese siano commessi nei pressi dell’area di rigore presieduta da Gigio Donnarumma, facendo correre rischi alla retroguardia rossonera.