Manchester United, segnale forte al Milan: 2-0 all’invincibile City

Il Manchester United, prossimo avversario del Milan in Europa League, batte il Manchester City nel derby e da’ un importante segnale ai rossoneri.

Harry Maguire (©Getty Images)
Harry Maguire (©Getty Images)

Il Manchester City era in striscia di vittorie da 21 gare consecutive, tuttavia nel di Manchester è caduto contro gli storici rivali dello United, prossimi avversari del Milan. La Premier League vede i Citizen ancora in ampio vantaggio, con undici punti di distacco proprio dai Red Devils, che oggi hanno però dimostrato di essere una grande squadra.

La squadra di Solskjaer ha dimostrato di essere una compagine molto attrezzata e in grado di battere chiunque in gara secca, malgrado le pesanti assenze di Mata e Pogba. Un chiaro segnale al Milan, prossimo avversario in Europa League.


Leggi anche:


Manchester City-Manchester United 0-2, la cronaca della gara

Il derby di Manchester, malgrado i quattordici punti di differenza tra le due compagini, era decisivo per il futuro del campionato inglese, dove una vittoria degli azzurri avrebbe chiuso i giochi. La compagine di Pep Guardiola aveva una striscia di vittorie consecutive di 21 gare, e in assoluto 22 gare senza sconfitta. Questi dati non hanno spaventato Ole Gunnar Solskjaer, che malgrado le defezioni di Mata e Pogba, ha mostrato un atteggiamento spregiudicato e aggressivo.

Meno di un minuto e la gara si sblocca con una follia di Juan Jesus che stende Martial in area: rigore trasformato dall’infallibile Bruno Fernandes. Dopo 4 minuti lo United prova a sfruttare un errore di Cancelo, ma l’occasione sfuma. Il City reagisce con veemenza e crea con Zinchenko, Gundogan e De Bruyne, senza però trovare la via della rete.

Nella ripresa ancora un avvio aggressivo dei Red Devils che trovano il raddoppio con Shaw, abile a chiudere in rete un triangolo con Rashford. La reazione della squadra di Guardiola è troppo confusionaria e non efficace, con l’uscita di Juan Jesus che da brio alla squadra, ma senza trovare il bersaglio grosso.

L’infortuinio di Rashford è l’unico neo, con l’attaccante che rischia di saltare l’andata degli ottavi di finale di Europa League contro il Milan.