Dalot si sblocca e punta Old Trafford: ma Theo può rientrare

Diogo Dalot ha segnato e finalmente giocato una gara convincente a Verona. Spera in una chance anche in Europa League.

Dalot chance Manchester
Diogo Dalot, Verona-Milan (Getty images)

Tra i migliori in campo ieri al Bentegodi c’è anche una pedina che non ti aspetti, gettato nella mischia quasi in extremis per il forfait di un compagno.

Diogo Dalot finalmente ha dimostrato di essere un elemento utile per questo Milan. Il jolly difensivo, che sa giocare come terzino sia a destra che a sinistra, è tornato ad esaltarsi.

L’ultima apparizione positiva del portoghese risaliva al match contro lo Sparta Praga in Europa League, nel quale aveva trovato anche il suo primo gol ufficiale in maglia rossonera.

Ieri si è ripetuto, partendo da sinistra e diventando decisivo in zona offensiva. Il tutto dopo una serie di prove non sufficienti, che avevano fatto dubitare delle sue reali potenzialità.


Leggi anche:


Milan, Theo può rientrare giovedì

Dalot, classe ’99, è attualmente in prestito secco al Milan. Dovrà dare il massimo e giocare altre partite come quella di ieri per sperare in una conferma, ad oggi difficile e non prioritaria.

La speranza del portoghese è quella di avere una nuova chance anche giovedì, quando i rossoneri si presenteranno a Manchester per l’andata degli ottavi di Europa League.

Di fronte proprio quello United che detiene il cartellino di Dalot, un passaggio importante per la sua carriera: “Sono contento di rivedere i miei compagni del Manchester United, e uno stadio che mi ha dato molto. Ora però sono un giocatore del Milan e se giocherò darò il massimo per questo club” – ha detto ieri il terzino nel post-partita.

Dalot dunque lancia il messaggio a mister Pioli: vuole giocare per sfruttare il suo momento positivo ed il fattore ex di turno. Ma come scrive il Corriere dello Sport è probabile che torni subito in panchina.

Infatti Theo Hernandez, ieri assente per una forte contusione, dovrebbe essere della partita e riprendere regolarmente il proprio posto a sinistra. Difficile per Dalot competere con l’intoccabile della corsia mancina, anche se il 21enne ex Porto potrebbe tornare utile a gara in corso, o volendo anche sulla fascia opposta.