Kessie, crescita paurosa: big d’Europa all’assalto, urge il rinnovo

Il Milan ha un leader eccellente come Franck Kessie. In Europa già ha ricevuto diversi apprezzamenti ad alti livelli.

Kessie
Franck Kessie (©Getty Images)

Anche ieri, come ormai suo solito, Franck Kessie è stato indicato come uno dei migliori in campo in casa Milan.

Il centrocampista ivoriano sta vivendo probabilmente la sua migliore stagione in carriera. Non sbaglia un colpo, sia in Serie A che nelle coppe europee.

A Manchester Kessie non ha mostrato alcun segno di cedimento o di pressione. Ha guidato come ormai di consueto la mediana rossonera, da leader puro, utilizzando fisicità ed intelligenza tattica.

Nel finale Pioli gli ha persino chiesto di fare la punta, affiancandolo a Rafael Leao. Una scelta paradossale ma vincente, visto che tutte le azioni offensive del Milan sono transitate dai suoi piedi.

Prestazioni così non passano di certo inosservate. Non a caso sulle tracce di Kessie si segnalano diversi club internazionali interessati.


Leggi anche:


Real Madrid e club inglesi sulle tracce di Kessie

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, ieri i giornalisti inglesi presenti ad Old Trafford hanno esaltato le caratteristiche di Kessie, che da solo ha messo in ambasce l’intera mediana del Manchester.

In Premier League da tempo vi sono diversi club interessati al calciatore del Milan. Già in passato il Wolverhampton si era mosso per acquistarlo, ma fu Kessie stesso a rifiutare la destinazione.

In estate però società di livello ancor maggiore potrebbero bussare alla porta dei rossoneri. Si vocifera di almeno 2-3 big inglesi molto attratte dalle qualità di Kessie.

Senza dimenticare il Real Madrid, che vuole rivoluzionare il proprio centrocampo e starebbe pensando proprio all’ex Atalanta come possibile nuovo perno.

Il Milan però non molla e alza il muro: pare che il club valuti il cartellino di Kessie non meno di 50 milioni di euro, cifra molto importante fatta per spaventare la concorrenza.

Urge però rinnovare il contratto a Kessie, visto che è in scadenza a giugno 2022. Il club sembra si stia già muovendo, ma serve affrettare i tempi per evitare che l’ivoriano venga tentato seriamente dalle proposte internazionali.