Milan, il centrocampista allo scoperto: “Interesse che fa piacere”

Mattias Svanberg, centrocampista svedese del Bologna, esce allo scoperto su un possibile interesse da parte del Milan.

Bologna  (© Getty Images)
Bologna (© Getty Images)

Il Milan vuole rinforzare la squadra in vista della prossima stagione, a prescindere dai risultati che verranno raggiunti in questo campionato. Paolo Maldini vuole calciatori pronti e giovani in grado di fare la differenza sin da subito.

Seguendo questo diktat la società di via Aldo Rossi sta sondando il terreno per i migliori giovani provenienti dalla nostra Serie A. Da tempo si parla anche di Mattias Svanberg, centrocampista svedese di proprietà del Bologna.

Giunto in Emilia nell’estate del 2018, Svanberg è arrivato alla definitiva maturità in questa stagione, dove ha anche trovato tre reti in campionato, suo record personale. Frutto di tanto lavoro che lo ha migliorato a livello tattico, soprattutto nelle incursioni, visto che in tutte le stagioni in Italia ha fornito almeno due assist per campionato.

Da mesi il calciatore è entrato in orbita Milan, coi dirigenti che lo seguono con molta attenzione, anche se la concorrenza è spietata vista la crescita importante del giocatore scandinavo. La sua valutazione è attorno ai venti milioni, e il Milan potrebbe accelerare in caso di approdo in Champions League.

In merito all’interesse del Diavolo il calciatore ha parlato in queste ore ad una emittente del suo paese.


Leggi anche:


Svanberg commenta le voci sul Milan

Mattias Svanberg seppur giovanissimo, classe 1999, è già un perno del Bologna di Sinisa Mihajlovic. Il calciatore è da tempo accostato al Milan, tuttavia al momento vuole mantenere l’attenzione alta in vista del campionato. Infatti i felsinei sono in lotta per la salvezza e hanno bisogno della piena concentrazione dei loro calciatori principali.

Svanberg è già nel giro della nazionale, dove conta anche una presenza, e ha parlato ai microfoni di una emittente locale delle voci sul Milan:

“L’accostamento del Milan fa piacere quando lavori bene, ma il fatto che se ne sia parlato ora non vuol dire nulla, vedremo più avanti. Ora sono concentrato a far bene a Bologna, a fine stagione valuterò le alternative e le opportunità”.