Calciomercato Milan, la rivelazione: “Proposi Ronaldo a Galliani”

Clamoroso retroscena di calciomercato che svela che Ronaldo poteva approdare al Milan con dieci anni d’anticipo.

George Weah e Ronaldo
George Weah e Ronaldo (©Getty Images)

Le vie del calciomercato sono infinite e spesso gli incroci del mercato di pallone cambiano in un istante. Nel gennaio del 2007 i tifosi dell’Inter gridarono allo scandalo quando il Milan annuncia l’ingaggio di Ronaldo dal Real Madrid.

Un colpo in attacco dovuto allo scarso rendimento di Ricardo Oliveira e la forma non sempre ottimale di Filippo Inzaghi e Alberto Gilardino. Il brasiliano tuttavia non prese parte alla cavalcata trionfale in Champions League per via del vecchio regolamento della competizione che non permetteva ai calciatori di giocare la manifestazione con più di una squadra.

In queste ore Giovanni Branchini, ex procuratore del Fenomeno, ha svelato un retroscena incredibile sull’acquisto del calciatore da parte dell’Inter.


Leggi anche:


Il Milan poteva comprare Ronaldo nel 1997

Sky Sport, in un documentario diretto da Matteo Marani, ha ripercorso la storia della trattativa che ha portato Luis Nazario da Lima Ronaldo all’Inter nell’estate del 1997. Un acquisto che all’epoca fece scalpore per la cifra record con cui si concluse: 56 miliardi di lire, circa 28 milioni di euro.

Nel documentario il suo agente Giovanni Branchini svela come il calciatore, all’epoca in forza al Barcellona, fosse stato proposto a diverse squadre prima di sposare la causa del Biscione.

Il calciatore era stato molto vicino ad approdare alla Lazio di Cragnotti, ma il procuratore pensò di offrire il brasiliano al Milan perché all’epoca era una squadra di assoluto livello. Seppur il club in quelle stagioni visse due anni transitori, con ottavo e nono posto, era sempre ritenuto un club elitario.

Soprattutto Adriano Galliani era ritenuto una figura di spicco, ma il condor declinò l’offerta e il Fenomeno decise di approdare all’Inter.

Branchini sostiene che in quegli anni Galliani non rifiutò soltanto Ronaldo, ma altri due grandissimi campioni del passato: Romario e Careca.

Ronaldo tuttavia riuscirà a vestire la maglia rossonera dieci anni dopo, nel gennaio 2007, ma la sua storia e la sua carriera erano molto diverse per via dei problemi alle ginocchia patiti nel corso degli anni.