Milan, Svezia-Estonia: decisione presa per Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic non giocherà l’amichevole con l’Estonia mercoledì ma quasi certamente farà ritorno a Milano solo nella giornata di giovedì. Nessun rientro anticipato per lo svedese

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (© Getty Images)

Nei giorni scorsi si era parlato di una possibilità di vedere Zlatan Ibrahimovic già a Milano dopo il match contro il Kosovo. Il calciatore svedese, con molta probabilità, rimarrà nel ritiro della sua Nazionale, per dare una mano alla squadra di Janne Andersson, che mercoledì affronterà l’Estonia in amichevole.

Ieri Ibrahimovic ha contribuito al successo della Svezia con un assist fantastico per Augustinsson. Il 39enne ha lasciato il campo solamente al 67′. Contro la Georgia, invece, i minuti giocati erano stati 83.

Come detto, si era pensato che Ibrahimovic avrebbe fatto ritorno in Italia ma verosimilmente non sarà così. Dalla Svezia, il Ct Andersson ha lasciato intendere che il giocatore del Milan non giocherà dal primo minuto ma sarà comunque a disposizione: “Nessun giocatore lascerà la Nazionale tranne che qualcuno non abbiamo motivi personali per farlo. Ibra? Non giocherà dall’inizio – riporta ‘Aftonbladet.se’ – Può sedersi in panchina e vedremo se ci sarà la possibilità di mandarlo in campo. Non avrei paura di buttarlo dentro, ma non dal primo minuto”.

Ibrahimovic tornerà a Milanello dunque solamente giovedì, a due giorni dalla sfida del Milan contro lo Spezia, in programma alla vigilia di Pasqua alle 12.30.


Leggi anche:


Euforia e serenità Ibra

Il Milan ritroverà certamente un Ibrahimovic ancora più euforico e pronto a dare una mano alla squadra: “Sono tornato per aiutare la Svezia. Non devo segnare io, ho detto ai ragazzi che li farò segnare, li aiuterò a battere i record. Sono davvero contento, mi sento bene – ha ammesso il centravanti a TV4 – Non sono stanco. Abbiamo giocato molto meglio, abbiamo dimostrato grinta e giusta mentalità”.

In conferenza stampa dopo il match contro il Kosovo si è detto sereno: “Non ho più niente da dimostrare, non c’è altro da fare nella mia carriera che divertirmi. Voglio dire, ho 39 anni e gioco in Nazionale e al Milan. Quante persone di questa età lo fanno?”