Romagnoli, cifra folle per rinnovare: il Milan pensa alla cessione

Non solo Donnarumma, anche il rinovo di Romagnoli si complica. Le richieste di Raiola sono (ancora) altissime. 

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Alessio Romagnoli è prossimo al traguardo delle 220 presenze in maglia Milan. Al momento è infortunato e sembra difficile un suo rientro per la partita contro la Sampdoria. Il capitano rossonero sta vivendo sicuramente un momento complicato: dopo una prima parte ad alto livello in coppia con Kjaer, negli ultimi mesi ha trovato qualche difficoltà. E i tifosi sui social lo hanno preso di mira.

Inoltre la coppia difensiva composta da Simon Kjaer e Fikayo Tomori in questo momento sta offrendo una buona affidabilità e, con tutta probabilità, la rivedremo in campo anche nelle prossime partite. Nel frattempo Romagnoli, insieme al suo agente Mino Raiola, è alle prese con i dialoghi preliminari per il rinnovo di contratto che al momento non appare così certo. Le richieste del procuratore sono elevate e spuntano anche pretendenti d’eccezione per lui, come scritto nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport.


Leggi anche:


Rinnovo Romagnoli, Raiola chiede 6 millioni

Alessio Romagnoli è arrivato al Milan nell’estate del 2015 per la considerevole cifra di 25 milioni di euro per un ragazzo che all’epoca aveva meno di vent’anni. Il suo rendimento rossonero è sempre stato ottimo sin da subito, tanto da meritare il rinnovo e la fascia di capitano nel 2018.

Adesso, sia lui che il Milan, sono di fronte ad un bivio in vista della scadenza di contratto a giugno 2022: rinnovo o cessione. I colloqui fra il club e l’agente vanno avanti già da qualche tempo e le richieste fatte da Mino Raiola finora appaiono fuori mercato.

Dopo gli scontri tra il Milan e Raiola per il rinnovo di Gianluigi Donnarumma, il club e il procuratore potrebbe scontrarsi anche per il difensore. L’agente infatti chiede per il capitano un ingaggio raddoppiato che toccherebbe i sei milioni di euro. Una richiesta ampiamente sopra il tetto salariale imposto dal club che vede in Donnarumma e Ibrahimovic le uniche due eccezioni.

Romagnoli, c’è il Barcellona

Secondo quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport, ci sarebbe il Barcellona sulle tracce dell’attuale difensore del Milan. La squadra di Koeman è alla ricerca di un nuovo centrale e un profilo mancino e dal piede buono come Romagnoli sembra rispondere all’identikit. E, a proposito di Spagna, c’è da segnalare anche l’interesse dell’Atletico Madrid di Diego Simeone, da sempre attento alla crescita dell’ex Roma e Sampdoria.

Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

A queste due poi si aggiunge la solita Juventus, che a fine anno potrebbe dire addio a Giorgio Chiellini, reduce da una stagione piena di infortuni e arrivato ormai ad un’età importante. Romagnoli potrebbe essere un buon nome anche perché di piede sinistro, proprio come Chiellini, e la Juve sa quanto sia difficile trovare un giocatore con queste caratteristiche in quel ruolo. Insomma, le pretendenti per il capitano non mancano, e una cessione ad una buona cifra (non troppo perché in estate avrebbe un solo anno di contratto) potrebbe essere una soluzione per tutti, soprattutto se verrà confermata la volontà di chiedere 6 milioni per il rinnovo.