Milan, si complica Thauvin: inserimento di una big d’Europa

Florian Thauvin sembra sempre più lontano da un approdo al Milan. L’attaccante si svincolerà da Marsiglia, ma pare indirizzato altrove.

Florian Thauvin
Florian Thauvin (©Getty Images)

Per diversi mesi si è parlato, sull’asse Italia-Francia, del possibile colpo a costo zero del Milan in arrivo dalla Ligue 1. I rossoneri avevano messo gli occhi già prima del mercato di riparazione di gennaio sull’attaccante Florian Thauvin dell’Olympique Marsiglia.

Il classe ’93, considerato da tempo uno dei migliori talenti offensivi del campionato transalpino. Non a caso ha fatto parte in maniera attiva della rosa della Nazionale francese che ha vinto i Mondiali di Russia 2018, come pupillo del commissario tecnico Didier Deschamps.

Il suo futuro è lontano da Marsiglia. Già da tempo Thauvin ha scelto di lasciare il club con cui è cresciuto ed esploso a livello internazionale. Alla base di tale decisione c’è una differenza tra domanda e offerta sull’eventuale rinnovo del contratto. Ma anche l’ambizione di tentare una nuova avventura estera.

Il Milan era dato in pole su Thauvin fino a poco tempo fa. Addirittura Paolo Maldini si era esposto riguardo al futuro dell’esterno offensivo, avendo dichiarato di avere molta stima per lui. Parole che non hanno fatto piacere dalle parti di Marsiglia, dove è stata denunciata la spavalderia del direttore tecnico rossonero.


Leggi anche:


Thauvin preferisce la Spagna: offerta dell’Atletico Madrid

Negli ultimi tempi però il Milan sembra essersi defilato. Thauvin piace ma non rappresenta una priorità per Maldini e compagnia, i quali nonostante la convenienza dell’affare a costo zero sembrano orientati su altri profili per il prossimo calciomercato estivo.

Il futuro del francese potrebbe virare verso la Spagna. Lo scrive il portale Todofichajes.comsecondo cui l’Atletico Madrid starebbe facendo sul serio per il 28enne attaccante. Addirittura il d.s. Andrea Berta si è messo in moto per chiudere la trattativa fin da subito.

L’Atletico ha bisogno di rinforzi in attacco, viste le possibili partenze di due esterni offensivi come Vitolo o Marcos Llorente. Acquistare al loro posto un calciatore come Thauvin a parametro zero rappresenterebbe una scelta importante e molto ben vista dalle parti del Wanda Metropolitano.

Ecco perché Maldini ha “mollato’ Thauvin

Maldini
Paolo Maldini (foto Gazzetta.it)

Ma qual è il vero motivo dell’uscita di scena probabile del Milan dalla corsa a Thauvin? Pare che vi siano due motivazioni dietro al decadimento di tale obiettivo. Una di stampo economico ed un’altra invece che riguarda semplicemente la sfera tecnico-tattica.

Innanzitutto pare che Thauvin ed il suo entourage abbiano chiesto a tutti i club interessati un ingaggio faraonico, intorno ai 5 milioni di euro annui. Uno stipendio che il Milan ad oggi non può garantire, visto che è alle prese con difficili trattative per l’adeguamento contrattuale di calciatori come Donnarumma, Kessie o Calhanoglu.

Inoltre Stefano Pioli avrebbe chiesto a Maldini di puntare su un altro tipo di esterno offensivo. Al tecnico del Milan servirebbe un’ala più sullo stile di Alexis Saelemaekers, ovvero un calciatore rapido e tecnico ma allo stesso tempo equilibrato e bravo in fase difensiva. Thauvin invece ha caratteristiche diverse, più da attaccante e meno da ‘tornante’.