Mandzukic, rinnovo improbabile: la posizione del Milan

Il Milan sembra poco propenso a prolungare il contratto di Mandzukic, in scadenza e finora anonimo in maglia rossonera. Lo scenario è chiaro.

Mario Mandzukic
Mario Mandzukic (©Getty Images)

L’operazione Mario Mandzukic a oggi è un fallimento per il Milan. Il centravanti croato era stato preso per avere una valida alternativa a Zlatan Ibrahimovic, ma non si è praticamente visto.

Dopo alcune prestazioni anonime, è arrivato un infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori a lungo e gli ha impedito di dare il contributo che ci si aspettava. L’ex Juventus dovrebbe tornare ad allenarsi in gruppo questa settimana e ci sono delle possibilità che possa essere convocato per Parma-Milan, match di campionato previsto per sabato.


Leggi anche:


Mandzukic, più probabile l’addio del rinnovo

Il Milan spera che Mandzukic possa dare un aiuto alla squadra nel finale di stagione. Importante per Stefano Pioli avere un’arma in più da utilizzare in attacco. L’esperienza e le qualità del croato possono risultare utili.

Per quanto concerne il contratto, Mandzukic va in scadenza a giugno 2021 e il rinnovo è condizionato al verificarsi di specifiche condizioni. A livello di presenze, il giocatore ha messo insieme solamente 4 partite e un totale di 76 minuti giocati a causa dei già citati problemi fisici di cui è stato vittima da quando è arrivato in rossonero.

Sky Sport spiega che il prolungamento contrattuale dell’ex Juventus ora dipende esclusivamente dalla volontà del Milan. Al momento, l’intenzione del club rossonero è quella di non rinnovare l’accordo con Mandzukic. La situazione potrebbe cambiare solamente se il calciatore farà un finale di Serie A particolarmente brillante.

La sensazione è che alla fine maturerà la separazione tra il Milan e il croato. Paolo Maldini e Frederic Massara stanno già valutando alcuni centravanti più giovani che possano dare maggiori garanzie nel sostituire Ibrahimovic quando sarà necessario. La squadra rossonera non può permettersi un’altra stagione senza un ricambio pronto per giocare e incidere. Il tipo di investimento dipenderà dall’eventuale qualificazione alla prossima Champions League.