Calciomercato Milan, ultima chiamata per Dalot

Il futuro di Diogo Dalot è appeso ad un filo. Ad oggi le possibilità di restare al Milan sono davvero poche ma non sembra essere stata scritta, ancora l’ultima parola

Diogo Dalot
Diogo Dalot (©Getty Images)

E’ davvero complicata la permanenza di Diogo Dalot al Milan. Il terzino portoghese, al termine della stagione, salvo cambi di programma, dovrebbe far ritorno al Manchester United. Il giocatore è sbarcato in Italia durante l’ultima sessione di calciomercato estiva, con la formula del prestito secco.

Ad oggi i rossoneri e i Red Devils non hanno ancora trovato un accordo per la permanenza del terzino. Nei giorni scorsi si era parlato di una richiesta sui 20 milioni di euro. Una cifra davvero importante, che il Milan difficilmente potrebbe decidere di investire per un giocatore, che ad oggi è solo un rincalzo di Theo Hernandez e Davide Calabria.

Stefano Pioli ha puntato tanto su di lui ma le prestazioni non sono state sempre esaltanti e ciò lascia pensare che al termine del campionato, Dalot farà ritorno in Inghilterra.


Leggi anche:


Futuro in tre partite

Per La Gazzetta dello Sport, però, non è stata ancora scritta l’ultima parola. Dalot si giocherebbe la conferma nelle prossime 2/3 partite, quelle in cui non dovrebbe esserci Davide Calabria, infortunato. Il Milan sarà chiamato a scendere in campo contro Parma, Genoa e Sassuolo.

Stefano Pioli, però, non ha ancora deciso se sarà lui a giocare dal primo minuto contro i gialloblu, sabato alle ore 18.00 al Tardini. Il portoghese è in ballottaggio con Kalulu, che contrariamente al compagno è certo della conferma per il prossimo anno.

Il francese è una delle sorprese della stagione: l’ex Lione si è fatto trovare pronto quando chiamato in causa, sia da terzino che da centrale. La permanenza di Dalot, dipenderà, oltre alle richieste del Manchester United, anche dal futuro di Laxalt e Conti, che al termine della stagione potrebbe fare ritorno alla base.

Il riscatto del terzino italiano da parte del Parma è legato alla salvezza. I gialloblu sono a 4 punti dal Torino (una partita in meno contro la Lazio) e sabato il Milan potrebbe complicargli ancor di più i piani verso la permanenza in Serie A.