Ibrahimovic espulso in Parma-Milan, quante giornate di squalifica rischia

Zlatan Ibrahimovic espulso con il rosso diretto nel secondo tempo di Parma-Milan. La possibile squalifica per lo svedese 

Ibrahimovic espulso
Ibrahimovic esce dal campo dopo l’espulsione (Getty)

Una partita tranquilla e in gestione quella del Milan al Parma che ha rischiato seriamente di complicarsi nel finale dopo l’ingenua espulsione di Zlatan Ibrahimovic al 60′, verosimilmente, per espressioni ingiuriose/offensive nei confronti dell’arbitro Maresca, il quale non ha esitato a estrarre il cartellino rosso a palla lontana  al termine di un’azione nella quale lo svedese non era coinvolto.

Ibrahimovic è uscito dal campo protestando e trattenuto dai compagni che lo hanno fatto desistere mentre tentava di avvicinarsi a Maresca per far valere ulteriormente le sue ragioni. Un’ espulsione che ha disorientato il Milan e galvanizzato il Parma. In balia dagli avversari (pur senza soffrire eccessivamente), i rossoneri hanno subito il gol di Gagliolo e difeso il vantaggio primo del 3-1 finale di Leao.

A fine partita, Sky ha approfondito l’episodio del rosso a Zlatan. Pare che l’attaccante dopo uno scontro aereo con un avversario abbia iniziato a discutere a distanza con Maresca, reo a suo dire di non avergli concesso il calcio di punizione. Dopo un intervento falloso stavolta fischiato su Calhanoglu, Ibrahimovic avrebbe detto qualcosa a Maresca. ““Sembra strano” questa l’espressione emersa dalla ricostruzione anche se non si sa al momento se Zlatan abbia pronunciato anche qualcosa di più pesante.


Leggi anche 


Ibrahimovic espulso, quante giornate rischia

Ora la palla passa al Giudice Sportivo che dovrà valutare quanto riportato nel referto dall’arbitro Maresca. Se fossero confermate le espressioni ingiuriose-offensive nei confronti del direttore di gara, il caso di Ibrahimovic è molto simile a quello di Rebic, espulso per lo stesso motivo dall’arbitro Pasqua contro il Napoli a San Siro.

L’espulsione di Ibrahimovic potrebbe rientrare nella fattispecie prevista dall’articolo 36  del Codice di Giustizia Sportiva relativo alle “Altre condotte nei confronti degli ufficiali di gara” .  L’articolo prevede al comma A che calciatori e tecnici sono squalificati con “due giornate o a tempo indeterminato in caso di condotta ingiuriosa o irriguardosa nei confronti degli ufficiali di gara.”

espulsione ibra

Pertanto se dovesse essere questo il contenuto del referto di Maresca, Ibrahimovic rischia 2 giornate di stop, saltando di conseguenza le prossime due partite casalinghe con Genoa e Sassuolo, decisive per la qualificazione Champions. Se la pena dovesse essere maggiore, lo svedese potrebbe non esserci anche con la Lazio. Ipotesi, al momento. In caso di 2 giornate, il Milan con tutta probabilità potrebbe presentare ricorso e sperare in una riduzione come avvenuto nel recente caso di Rebic per il quale il Giudice Sportivo ha decurtato una dei due turni di stop.