Parma-Milan 1-3, pagelle e tabellino: Donnarumma super, male Bennacer. Ibra (di nuovo) ingenuo

Le pagelle di Parma-Milan, il match valido per la 30^ giornata di Serie A. I rossoneri vincono 2-1, espulso Ibrahimovic nella ripresa

Parma-Milan
Parma-Milan (©Getty Images)

Milan super nel primo tempo con un 2-0 senza diritto di replica. Ibrahimovic cofeziona la rete di Ante Rebic che sblocca il risultato: movimento eccezionale del croato e tiro sotto al sette, imprendibile per Luigi Sepe. Ancora Zlatan inventa, insieme a Calhanoglu e Theo Hernandez, per il raddoppio di Kessie, che si comporta da vero centravanti: controlla e tira di punta. Bellissimo! Nella ripresa la partita cambia perché al 60′ Ibrahimovic si fa espellere: qualche parola di troppo all’arbitro Maresca che sente e interviene. Un rosso pesante perché influenza la testa della squadra. Che subito dopo prende la rete dell’2-1 con Gagliolo e inizia una sofferenza inutile ed evitabile. Il Parma attacca ma non trova la rete, né riesce a rendersi particolarmente pericoloso. Al 94′, Leao picchia in contropiede il 3-1 su assist di Dalot.


Leggi anche:


Parma-Milan, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 7 – Ad inizio secondo tempo risponde presente con due veri e propri miracoli su Conti e Pellé nella stessa azione. Fondamentale nei minuti più concitati della partita con le uscite e la sicurezza che dà a tutta la squadra.

Kalulu 6 – Una buona partita di spinta e ordine per il terzino, scelto a sorpresa al posto di Dalot (dal 77′ Gabbia sv).

Kjaer 7 – La solita roccia in difesa. Un paio di interventi nel primo tempo salvano il Milan da azioni pericolose, nel secondo tempo guida la squadra con la solita personalità nel momento più delicato.

Tomori 6,5 – L’ennesima ottima prova di sostanza per il centrale di proprietà del Chelsea, è un’ulteriore conferma che il pensiero sul riscatto va fatto concretamente.

Theo Hernandez 6 – Decisamente meglio rispetto alla partita contro la Sampdoria. Evidentemente il colloqui con Maldini in settimana lo ha aiutato a ritrovare energie psico-fisiche. Ma da lui ci si aspetta sempre un qualcosa in più, i segnali di oggi sono positivi.

Kessie 6,5 – Sono dieci le reti quest’anno per il centrocampista ivoriano, che oggi segna come un attaccante: controlla e tira di punta e non lascia scampi a Sepe.

Bennacer 5 – Non benissimo nel primo tempo con diversi passaggi sbagliati, tanto da beccarsi anche qualche richiamo di Ibrahimovic. La sua prestazione migliora coi minuti che passano ma ricordiamo che viene da un lungo infortunio (dal 73′ Meite sv).

Saelemaekers 5,5 – Lì sulle fasce serve vitalità e dinamicità, e lui lo garantisce sempre a differenza di Castillejo. Come lo spagnolo, però, appare un po’ “molle” quando si tratta di attaccare la porta. Migliorerà (dal 73′ Dalot sv).

Calhanoglu 6– Si muove benissimo fra le linee del primo tempo ed è il perfetto collegamento fra centrocampo e attacco, aiutato anche da un Ibra in versione regista offensivo (dal 77′ Krunic sv).

Rebic 6,5 – Gol bellissimo ma è bellissimo anche il movimento: un’azione che sintetizza il motivo della sua importanza nel Milan con Ibrahimovic (dall’84’ Leao 6).

Ibrahimovic 6,5 – Un primo tempo maestroso. Protagonista in entrambi i gol, ma sul primo fa una vera e propria magia. Nel secondo tempo inizia a far fatica, si innervosice e dice qualcosa di troppo a Maresca: espulso. E così, come nel derby di Coppa Italia, mette in difficoltà tutta la squadra. Il voto è chiaramente influenzato da un’espulsione evitabile e che ha messo a rischio il risultato del match.

Il tabellino di Parma-Milan

PARMA (4-3-3): Sepe; Conti, Bani, Gagliolo, Pezzella; Kucka, Hernani Jr., Kurtić; Man, Pellé, Gervinho. A disp.: Colombi; Bruno Alves, Busi, Dierckx, Laurini, Osorio, Valenti; Brugman, Camara, Grassi, Traoré; Cornelius. All.: D’Aversa.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Kalulu, Kjær, Tomori, Hernández; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Rebić; Ibrahimović. A disp.: A. Donnarumma, Tătărușanu; Dalot, Gabbia; Castillejo, Díaz, Hauge, Krunić, Meïte, Tonali; Leão, Mandžukić. All.: Pioli.

Arbitro: Maresca di Napoli.

Marcatori: 8′ Rebic, 44′ Kessie, 66′ Gagliolo