Milan, via Tatarusanu: nuovo secondo portiere

Il Milan avrebbe individuato in Antonio Mirante il prossimo secondo portiere. A volerlo sarebbe… Donnarumma.

Mirante
Mirante e Pau Lopez (Getty Images)

Fra le situazioni più calde in casa Milan c’è la questione Donnarumma e il rinnovo. A circa due mesi dalla scadenza, manca ancora l’accordo con Mino Raiola. Paolo Maldini prima del match col Parma ha fatto capire che c’è effettivamente un problema di volontà: i matrimoni si fanno in due, e questo è chiaro, ma in questa situazione specifica c’è la sensazione che ci sia anche il terzo incomodo…

Nel frattempo la società di via Aldo Rossi si muove anche per cautelarsi e cerca un secondo portiere affidabile. Attualmente quel ruolo è di Ciprian Tatarusanu, arrivato dal Lione la scorsa estate proprio per fare da riserva a Gigio. Il rumeno non dovrebbe rimanere al Milan anche l’anno prossimo, e quindi è caccia aperta ad un nome che, in casi di emergenza, potrebbe addirittura fare il primo e coprire un buco. Stando a Calciomercato.it, l’identikit è stato già tracciato, con tanto di benestare da parte di Donnarumma: è Antonio Mirante.


Leggi anche:


Antonio Donnarumma si abbassa lo stipendio

L’attuale portiere della Roma (in campo contro il Bologna in questo momento) è un profilo di affidabilità ed esperienza. Non è sicuramente una novità poiché di Mirante possibile acquisto del Milan se ne è parlato più volte in passato. La notizia sarebbe che l’ex Bologna e Parma sia ben visto proprio dallo stesso Donnarumma. Che, se dovesse rinnovare, proprio come successo nel 2017, porterebbe con sé anche il prolungamento di suo fratello Antonio (che è il terzo).

Antonio Donnarumma
Gianluigi e Antonio Donnarumma (©Getty Images)

Secondo Calciomercato.it, la “buona notizia” è che il primogenito dovrebbe decurtarsi l’ingaggio e passare dall’attuale milione a 850mila euro per tre anni. Una cifra comunque altissima ed esagerata per un portiere che il Milan non ha praticamente mai utilizzato, anzi: quando si è trattato di cercare un altro portiere per fare da secondo a Gigio, la società ha preferito acquistarne uno nuovo piuttosto che affidarsi a lui. Insomma, non proprio un grande attestato di stima per Antonio che attende novità dal fratello per scoprire anche il suo futuro.