Milan-Genoa, ballottaggio Mandzukic-Leao | Il croato punta il rinnovo

Pioli deve sciogliere le riserve su chi giocherà al centro dell’attacco in Milan-Genoa. Intanto l’ex Juventus vuole ottenere la riconferma.

Mandzukic
Mario Mandzukic (acmilan.com)

Oggi il Milan conoscerà, tramite comunicato ufficiale, la sanzione disciplinare che subirà Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese è stato espulso a sorpresa durante Parma-Milan, per eventuali e non accertati insulti all’arbitro Fabio Maresca.

Sicuramente Ibra salterà Milan-Genoa di domenica prossima alle ore 12:30. Il match di San Siro vedrà dunque Stefano Pioli ricorrere ad un piano B per l’attacco. Secondo ciò che scrive il Corriere dello Sport, il ballottaggio per sostituire Ibrahimovic sarebbe tra due centravanti molto diversi.

In lizza per la maglia da titolare ci sono Mario Mandzukic e Rafael Leao. Entrambi rientrati dai rispettivi infortuni muscolari, sono pronti a partire dal 1′ minuto. Il croato è attaccante più fisico e muscolare, simile alle caratteristiche di Ibra. Invece il portoghese sa muoversi con velocità su tutto il fronte, anche se probabilmente ama partire più da esterno che da centrale.


Leggi anche:


Mandzukic a caccia della conferma: le condizioni per restare

A prescindere dalla sua presenza dal 1′ minuto domenica in Milan-Genoa, Mandzukic ha voglia di mettersi in mostra e rendersi utile in maglia rossonera. Cosa che finora non è riuscito a fare, visti i ripetuti problemi muscolari che lo hanno lasciato ai margini.

L’ex Juventus, arrivato a gennaio scorso a parametro zero dopo lo svincolo dall’Al-Duhail, ha finora collezionato soltanto 5 presenze, di cui soltanto una da titolare (Stella Rossa-Milan). Per un totale di 158 minuti disputati in gare ufficiali. Troppo poco per un calciatore arrivato con l’intento di dare una sterzata all’attacco del Milan.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, Mandzukic gode comunque della stima di mister Pioli, che giorni fa lo ha difeso dagli scetticismi generali: “Mario è stato sfortunato per i problemi che ha avuto. Ma sono sicuro che ci darà una grossa mano da qui alla fine”.

L’obiettivo di Mandzukic è quello di ottenere la riconferma, ad oggi tutt’altro che scontata. Il Milan, nel momento di siglare con lui il contratto semestrale, ha inserito un’opzione per il rinnovo fino al giugno 2022. Molto dipenderà però dalle presenze e dallo stato fisico-atletico del calciatore.

Il club dovrà decidere al termine della stagione: puntare su Mandzukic, che resta comunque un attaccante maturo e dalla forte personalità, oppure affiancare ad Ibrahimovic un altro tipo di centravanti, maggiormente di prospettiva?