Tomori convince, ma il Milan non ha ancora deciso

Il difensore Fikayo Tomori non ancora certo di restare al Milan anche la prossima stagione. Ecco quando si deciderà tutto.

Tomori
Fikayo Tomori (acmilan.com)

Tutti pazzi per Fikayo Tomori. L’acquisto di gennaio, o meglio l’arrivo in prestito, del difensore anglo-canadese ha convinto l’intero ambiente Milan. Un’intuizione giusta quella dei dirigenti, che hanno puntato sul classe ’97 che al Chelsea non aveva ottenuto spazio.

La coppia difensiva con Simon Kjaer funziona, eccome. Il Milan fatica a tenere chiusa la propria porta (solo 2 clean sheet negli ultimi due mesi) ma l’arrivo di Tomori ha donato fiscità, cattiveria e grande concentrazione alla retroguardia di Stefano Pioli.

Tutti votano dunque per la permanenza di Tomori, che al momento non è affatto scontata. Il giornalista ed esperto di mercato Fabrizio Romano ha riferito gli ultimi aggiornamenti sul futuro del centrale, praticamente intoccabile del Milan da quando è sbarcato.


Leggi anche:


Il Chelsea non cambia idea: servono 28 milioni per Tomori

Secondo quanto riportato su Twitter poco fa da Romano, non è ancora stato deciso o definito nulla su Tomori. La cosa certa è che il Milan punta a trattenerlo a titolo definitivo. Ma ad oggi non è stato intavolato nessun discorso concreto con il Chelsea.

Gli inglesi al momento fanno fede alla clausola per il riscatto che è stata inserita al momento della cessione in prestito. “O ci danno 28 milioni di euro o Tomori torna a Londra” – questa è la posizione ufficiale dei Blues, che sanno di aver valorizzato il difensore con questo trasferimento in Serie A.

 

Niente sarà deciso prima del mese di maggio, ha scritto Fabrizio Romano, come a far intendere che il Milan dovrà prima raggiungere i suoi obiettivi stagionali (qualificazione alla Champions League) e poi valuterà gli investimenti da fare sul mercato.

Tomori è comunque una priorità assoluta. Con la permanenza del difensore 23enne, il Milan potrebbe anche valutare la cessione onerosa di uno come Alessio Romagnoli, a cui scadrà il contratto nel giugno 2022. Tutte le strategie future per la difesa dunque passano dal destino di Tomori. Che di certo resterebbe in rossonero molto volentieri.