Scamacca sfida il Milan: a San Siro il centravanti che piace a Maldini

Dopo il gol alla Juventus, Gianluca Scamacca sarà a San Siro con il Genoa. Il centravanti italiano vuole mettersi in mostra contro quello che potrebbe essere il suo futuro

Gianluca Scamacca
Gianluca Scamacca (©Getty Images)

Le tante voci di un possibile cambio di maglia, durante il calciomercato di gennaio, hanno di certo frenato Gianluca Scamacca. Il bomber durante il mese di gennaio non ha mai praticamente visto il campo, con Ballardini che ha preferito puntare su altri giocatori. L’attaccante di proprietà del Sassuolo è stato, come ammesso dallo stesso tecnico del Grifone, distratto dai rumors che lo hanno accostato a Juventus e Milan, ma anche al Parma.

Scamacca ci ha messo un po’ per sbloccarsi ma nell’ultimo periodo sono arrivati i gol in Nazionale Under 21 e poi quelli con il Genoa. Il 19 marzo ha messo a segno un’importante doppietta, che ha permesso di conquistare tre punti fondamentali, contro il Parma, nella lotta salvezza. Domenica scorsa l’inutile centro contro la Juventus e fra tre giorni sarà di scena a San Siro per sfidare proprio il Milan.

Una settimana dunque importante per il giovane attaccante, tornato, grazie alle sue prestazioni, al centro dei rumors di calciomercato. Scamacca, di proprietà del Sassuolo, in estate lascerà certamente il Genoa ma non è detto che sbarchi in Emilia-Romagna.

I rossoneri e i bianconeri, infatti, non lo hanno perso mai d’occhio: i neroverdi per lasciarlo andare chiedono 25 milioni di euro, cifra che potrebbero decidere di investire.


Leggi anche:


Bomber giovane

Il Milan, non è un segreto, è alla ricerca di un attaccante che possa affiancare Ibrahimovic la prossima stagione. Scamacca rappresenta il profilo ideale così come Dusan Vlahovic.

Il serbo, con la maglia della Fiorentina, ha raggiunto i 15 gol stagionali in Serie A. Il prezzo del classe 2000, però, è decisamente più alto, con Commisso che non lo cede per meno di 40-50 milioni di euro. Il Milan, con l’acquisto di Tonali, la scorsa estate, ha dimostrato di essere pronto ad investire cifre importanti per i giovani. La diversa valutazione è certamente un fattore ma non sarà l’unico che spingerà il club a puntare su uno dei due calciatori. Attenzione comunque alle sorprese, al quale il Milan ci ha ormai abituati.