Vasco Walz, chi è il giovane talento obiettivo del Milan: carriera e curiosità

Il Milan punta Vasco Walz, giovane mediano delle giovanili del Borussia Dortmund in scadenza di contratto a giugno 

Vasco Walz
Vasco Walz con la nazionale tedesca (Getty Images)

Un giovane talento da prendere a parametro zero. Quello di Vasco Walz è un identikit perfetto per il Milan del futuro e del nuovo corso varato da Elliott focalizzato sulla ricerca e il possibile acquisto di calciatori giovani e con ampi margini di crescita da integrare in un organico in cui non può mancare l’esperienza (e la malizia) di veterani come Ibrahimovic, Kjaer o Kessié.

Per Walz, il Milan fa sul serio. Indiscrezioni di stampa riferiscono di un incontro imminente con l’entourage del calciatore per cercare l’intesa definitiva che possa permettere al centrocampista classe 2004 di trasferirsi in rossonero dal Borussia Dortmund a parametro zero, alla stregua di quanto avvenuto la scorsa estate con Kalulu preso dal Lione in scadenza di contratto.


Leggi anche 


Vasco Walz, chi è il giovane talento che piace al Milan

Nato il 15 ottobre 2004, Walz inizia la carriera calcistica nelle giovanili del Karlsruhe, club che in passato ha militato anche in Bundesliga e nel quale ha esordito da professionista Hakan Calhanoglu prima di passare all’Amburgo e affermarsi definitivamente nel campionato tedesco con il Bayer Leverkusen.

Per Walz, invece, nell’estate 2019 arriva la chiamata del Borussia Dortmund che lo aggrega nella Under 17 che disputa il campionato Bundesliga West. Un vivaio prestigioso quello delle giovanili giallonere dalle quali sono usciti, tra gli altri, i futuri campioni del mondo del 2014, Gotze e Hummels e anche Youssofa Moukoko, il più giovane marcatore in Bundesliga a 16 anni e 28 giorni.

Dopo una prima stagione positiva con 17 presenze, Walz diventa capitano della squadra e si guadagna anche la convocazione nella nazionale U17 della Germania con la quale disputa due partite amichevoli con Belgio e Danimarca.

Nel Borussia, Walz gioca prevalentemente da mediano davanti alla difesa con compiti di impostazione nell’azione, un ruolo alla Pirlo insomma ora ricoperto al Milan da Bennacer, sebbene l’algerino spicca maggiormente per le doti di interdizione.

Walz ha la doppia nazionalità italo-tedesca. La sua “scoperta” è frutto del lavoro di scouting coordinato da Geoffrey Moncada Oltre al Milan, lo seguono anche altri top club europei tra cui il Barcellona che vorrebbe portarlo nella sua florida cantera. Attenzione anche al Borussia che potrebbe proporre a Walz un rinnovo in extremis.