Milan, primavera grigia per Ibrahimovic: i numeri

Un 2021 che non sta dando grandi soddisfazioni a Ibrahimovic, che ha ritrovato la Nazionale, ma le sue prove sono in calo.

Colley e Ibrahimovic
Colley e Ibrahimovic (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic è lo specchio del suo Milan. Il rendimento dello svedese nel 2021 sembra riflettere perfettamente quello della squadra rossonera: brillante e sorprendente fino a dicembre scorso, zoppicante e sotto tono da quando è iniziato il nuovo anno solare.

Il classe ’81 vive un periodo di appannamento. Fisiologico a dir poco, visti i 39 anni di età ed i tanti, troppi stop muscolari che lo hanno messo in croce per settimane, già a partire dalle ultime settimane del 2020. L’ultima, la lesione agli adduttori subito a marzo, lo ha tenuto fuori per ben tre settimane.

Una primavera grigia per Zlatan. Nonostante il brillante ritorno nella Nazionale svedese dopo sei anni di assenza e la partecipazione (non poco discussa) al Festival di Sanremo, Ibra non vanta numeri eccellenti: negli ultimi due mesi ha realizzato soltanto una rete contro la Fiorentina, più un assist vincente a Parma.


Leggi anche:


Mini-ritiro in Svezia per Ibrahimovic

Senza dimenticare il brutto e controverso episodio di sabato scorso, quando Ibrahimovic è stato espulso dall’arbitro Fabio Maresca con un rosso diretto. Il centravanti, reo di aver protestato troppo, ha lasciato i suoi in 10 e salterà la gara di domani contro il Genoa.

Al Milan serve il miglior Ibra. La fase calante dello svedese non a caso è corrisposta ai risultati negativi della formazione di Stefano Pioli. I rossoneri sono usciti da Coppa Italia ed Europa League e hanno ormai perso il treno scudetto.

Ora non resta che blindare il secondo posto e la qualificazione Champions League. Ma urge l’Ibrahimovic di inizio stagione. Per tornare a brillare, come scritto da Tuttosport, Zlatan si è concesso un mini-ritiro in Svezia assieme ai propri cari. Una pausa da Milano per ricaricare le batterie, soprattutto dopo la squalifica post Parma-Milan.

Ibrahimovic tornerà già domani in Italia per stare vicino alla squadra. La speranza di Pioli è che lo svedese non perda tempo ed energie inutilmente e che sia carico già per il turno infrasettimanale. Mercoledì sera tornerà titolare in Milan-Sassuolo.