Vlahovic, l’affare si complica | Spunta la clausola: i dettagli

Dusan Vlahovic potrebbe a sorpresa restare alla Fiorentina nonostante le tantissime richieste. Ma spunta l’opzione per acquistarlo in futuro.

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic (©Getty Images)

Negli ultimi mesi il talento offensivo di Dusan Vlahovic è letteralmente esploso. L’attaccante della Fiorentina, di cui si è sempre parlato un gran bene, ha finalmente trovato continuità e gol: da febbraio ad oggi ha messo in fila otto reti e due assist decisivi.

Grazie alle prestazioni in crescita di Vlahovic, la viola può dormire sonni più tranquilli per quanto riguarda la lotta per non retrocedere, nonostante manchi ancora qualcosa per raggiungere la salvezza matematica. Ed intanto il nome del centravanti serbo è finito sul taccuino di vari club.

In Italia si parla con insistenza di Milan, Juventus e Roma come di società pronte ad andare all’assalto di Vlahovic. Un calciatore classe 2000 così forte e cinico sotto porta è una vera rarità. Anche all’estero Liverpool e Real Madrid si starebbero accorgendo delle sue potenzialità.

Ma oggi il Corriere dello Sport sembra spegnere parzialmente voci ed entusiasmi. Infatti la Fiorentina sta lavorando alacremente per blindare Vlahovic e dunque toglierlo dal mercato immediatamente. Il serbo ha un contratto fino al giugno 2023, anche se percepisce ancora una cifra bassa (0,8 milioni netti all’anno) e dunque va valutato un aumento di ingaggio.


Leggi anche:


Rinnovo per Vlahovic: verrà inserita una clausola rescissoria

Rocco Commisso ha fatto intendere di avere come priorità assoluta quella di non perdere Vlahovic durante la prossima sessione di mercato estiva. La Fiorentina vuole metterlo al centro del progetto tecnico, magari aiutato da un allenatore di primo livello per il dopo-Iachini.

Per questo è in arrivo un rinnovo contrattuale con aumento sistematico, magari circa il doppio della cifra che Vlahovic percepisce attualmente. Ma l’agente Darko Ristic, decisamente ammaliato dai sondaggi dei top club internazionali, vuole porre una condizione.

La Fiorentina dovrà inserire nel nuovo accordo anche una clausola rescissoria non esagerata per poter ‘liberare’ Vlahovic qualora i viola non dovessero fare il salto di qualità. Non sono state rese note le possibili cifre, ma si tratterebbe di una clausola non superiore ai 40-50 milioni di euro.

Una situazione simile a quella di Gianluigi Donnarumma nel Milan, con la differenza che l’attuale contratto di Vlahovic scadrà solo nel 2023. Anche per il rinnovo del portiere potrebbe essere l’inserimento della clausola l’elemento determinante.

Fiorentina decisa così ad accontentare e valorizzare Vlahovic. Sul mercato estivo i toscani saranno più propensi a sacrificare altri pezzi pregiati, come magari i difensori Milenkovic e Pezzella, entrambi accostati nel recente passato pure al Milan.