Rinnovo Ibrahimovic, la firma slitta: nessuna preoccupazione

Il rinnovo di contratto tra il Milan e Ibrahimovic non è in dubbio. L’accordo è pressoché raggiunto. La firma entro la fine del mese di aprile.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

È squalificato per Milan-Genoa e dunque Zlatan Ibrahimovic ha ottenuto l’ok dal club per fare un breve ritorno in Svezia. Dopo l’allenamento di giovedì a Milanello, è volato in patria per stare un po’ con la sua famiglia.

Un mini-ritiro per ricaricare le batterie in vista dello sprint Champions che dovranno affrontare lui e la squadra. Il giocatore dovrebbe fare ritorno a Milano già domenica, però la sua presenza in tribuna a San Siro è incerta. La partita si gioca alle 12:30, quindi non è esclusa la sua assenza. Ad ogni modo, da lunedì sarà regolarmente a Milanello per allenarsi e prepararsi alla sfida contro il Sassuolo in programma mercoledì.


Leggi anche:


Milan e Ibrahimovic, ormai è fatta per il rinnovo

Se ci sono dubbi sulla presenza di Ibrahimovic in Milan-Genoa, non ce ne sono invece per quanto riguarda il rinnovo di contratto. Come confermato da Paolo Maldini prima del match di Parma, l’accordo è ormai vicino e mancano solamente pochi dettagli per la firma. Il centravanti svedese dovrebbe continuare a percepire circa 7 milioni di euro, ma per arrivare a tale cifra nella prossima stagione dovrebbero essere previsti dei bonus legati a specifiche condizioni. La parte fissa sarà comunque alta.

Si era parlato di una firma già questa settimana, ma così non è stato. Il quotidiano Tuttosport scrive che la prossima potrebbe essere quella giusta per mettere tutto nero su bianco e ufficializzare il prolungamento annuale di Zlatan con il Milan. Entro fine aprile, salvo sorprese, verrà annunciata la permanenza del giocatore in rossonero.

Almeno per lui il club ha trovato un’intesa, mentre per un altro assistito di Mino Raiola non c’è ancora. Ci riferiamo ovviamente a Gianluigi Donnarumma, che va in scadenza a giugno 2021 e ha sul tavolo un’offerta quadriennale da 8 milioni netti a stagione. L’agente chiede di più e per adesso la trattativa rimane in standby.