Ibra rinnova, ora un’altra priorità: “È nei pensieri del Milan”

Ufficiale il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, adesso per il Milan è tempo di ulteriori mosse sul mercato. La priorità dei rossoneri rimane l’attacco

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic (©Getty Images)

Era nell’aria già da diverse settimane. Pochi giorni fa Maldini aveva dichiarato che mancavano solo alcuni dettagli per il rinnovo di contratto di Zlatan Ibrahimovic. Dettagli limati in breve tempo, e nella giornata di oggi l’accordo è stato finalmente trovato. Lo svedese alla fine ha deciso di rimanere al Milan ancora per un altro anno, allungando ancora la sua straordinaria carriera.

Il giovedì del Milan è stato dunque l’Ibra Day, che ha aiutato a esorcizzare la sconfitta durissima contro il Sassuolo. Adesso il diavolo vuole andare oltre e pensare anche a una nuova mossa di mercato. Come sottolineato infatti da Manuele Baiocchini, che ha seguito live tutte le vicende legate al rinnovo, la dirigenza vuole fare un altro regalo a Stefano Pioli. L’appellativo usato dal giornalista è stato quello di “apprendista” di Ibra.

Intervenire sul mercato per un attaccante pesante è nei pensieri del Milan secondo Baiocchini, viste anche le deludenti uscite di Leao da prima punta. In sostanza il Milan sta cercando un calciatore pronto a raccogliere il testimone dell’immortale centravanti di Malmoe, ma che non vada però in escandescenza per qualche panchina di tanto in tanto. La lista dei possibili compagni di reparto di Zlatan è lunga


Leggi anche:


Milan, caccia all’apprendista di Ibra: parte il casting

Andrea Belotti
Andrea Belotti (©Gettyimages)

Un trascinatore come Zlatan Ibrahimovic farà sicuramente comodo ai rossoneri, e di questo la dirigenza ne ha tenuto conto. Lo svedese a 40 anni continua a spostare gli equilibri, basti vedere il cambiamento del Milan dal suo arrivo. Oltre alla legittima celebrazione di un campione assoluto però, il club starebbe saggiamente decidendo di intervenire sul mercato per rafforzare l’attacco e dare a Ibra un altro “discepolo”.

L’obiettivo sarebbe quello di consegnare a Pioli un giovane attaccante non solo da poter affiancare a Ibrahimovic, ma che gli dia anche il cambio – sia a stagione in corso che nel futuro. I nomi nell’orbita dei rossoneri al momento sarebbero quelli di Andrea Belotti, in partenza dal Toro viste anche le difficoltà della squadra, Dusan Vlahovic (ormai oggetto del desiderio di diversi club) e Donyell Malen.

Belotti, 27enne capitano del Torino, è stato spesso affiancato ai rossoneri. Il 9 granata è una sicurezza per rendimento in Serie A, ma potrebbe puntare a un posto da titolare senza concorrenze, considerando anche l’età e la piena maturazione calcistica raggiunta. Diverso il discorso per Vlahovic, che a 21 anni potrebbe forse accettare maggiormente una staffetta con il suo idolo di sempre. Il serbo sembra essere il profilo perfetto per sostituire Zlatan nel futuro, e potrebbe anche sopperire per caratteristiche ad eventuali assenze, senza snaturare il gioco di Pioli.

Per quanto riguarda l’ipotesi Malen invece, accostato al diavolo nelle ultime settimane, il ragazzo rimane un obiettivo da non farsi sfuggire, e sarebbe probabilmente più portato a giocare in coppia con lo svedese viste le doti tecniche. Centravanti diverso dai primi due citati, 179cm, fa della velocità la sua arma migliore. In questa stagione ha già messo a segno 23 reti con il PSV in campionato, e a soli 22 anni il suo valore di mercato è già 30 milioni di euro.