Milan | Futuro Romagnoli, da Sky la conferma: “È indiscutibile”

Anche contro la Lazio, Alessio Romagnoli non dovrebbe scendere in campo dal primo minuto. L’idea di Stefano Pioli sarebbe quella di continuare ad affidarsi a Fikayo Tomori e Simon Kjaer. Dietro alla decisione del mister ci sarebbe una scelta tecnica e non di mercato

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

I problemi fisici sono ormai alle spalle da un paio di settimane ma per Alessio Romagnoli è pronta un’altra panchina. Il capitano del Milan non gioca una partita dal lontano 7 marzo. In quell’occasione i rossoneri vinsero contro il Verona 2 a 0, mantenendo per l’ultima volta la porta inviolata.

Ieri Stefano Pioli, durante la conferenza stampa della vigilia, ha svelato che Fikayo Tomori ha accusato qualche problemino fisico ma stando alle ultime news proveniente da Roma, il centrale inglese dovrebbe essere al suo posto, al fianco di Simon Kjaer.

Panchina dunque ancora per Romagnoli. Il capitano è al centro di diversi rumors di calciomercato e la sua permanenza in rossonero non è per nulla certa. Il contratto è in scadenza nel 2022 e senza un prolungamento l’addio in estate potrebbe davvero concretizzarsi. In questi giorni sono circolate anche le presunte richieste di Mino Raiola affinché Romagnoli firmi il rinnovo: l’agente per il suo assistito chiederebbe ben 6 milioni di euro. Cifre che sembrano dunque allontanare il capitano dal Milan. Difficile se non impossibile, invece, che si realizzi lo scambio con la Juventus, che apprezza il difensore e che avrebbe messo sul piatto il cartellino do Federico Bernardeschi. Troppo alto il suo contratto.


Leggi anche:


Scelta tecnica

Dietro all’esclusione dall’undici titolare di Romagnoli non ci sarebbe però il calciomercato. Ne è certo Massimo Tecca, giornalista, intervenuto negli studi di Sky Sport: “Pioli non guarda al contratto ma al rendimento dei calciatori – ammette – Dobbiamo fidarci di Pioli che lavora per il bene del Milan. E’ indiscutibile che Romagnoli avrà un ruolo fondamentale nel futuro dei rossoneri”.

Corsa Champions – “Chi rischia di più di restar fuori è la Juventus viste le condizioni di salute della squadra. Il primo tempo dei bianconeri contro la Fiorentina ieri è stato deludente – prosegue Tecca -. Do per scontata la presenza di Inter e Milan”.