Milan | Aggrappati ad Ibra: lo svedese torna per la Champions

Testa al Benevento. Vincere, con Ibrahimovic in campo, per mettere pressione alle avversarie, che scenderanno in campo dopo il Milan

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Il Milan è chiamato a rialzare la testa, subito contro il Benevento. Con i campani non si può più sbagliare: ai tre punti non ci sono davvero alternative per continuare a sognare la Champions League.

Il match è in programma sabato primo maggio alle ore 20.45, a San Siro. La formazione di Stefano Pioli sarà la prima squadra di quelle in lotta per la massima competizione europea a scendere in campo. Con un successo dunque, i rossoneri si riprenderebbero momentaneamente il secondo posto. La vittoria del Diavolo, chiaramente, metterebbe pressione alle avversarie, che giocheranno domenica: il Napoli in casa contro il Cagliari, Atalanta e Juventus, in trasferta, rispettivamente contro Sassuolo e Udinese.


Leggi anche:


Torna Ibrahimovic

Il Milan per la volata Champions League ritrova il suo leader, Zlatan Ibrahimovic. Tutto lascia pensare che lo svedese tornerà a giocare dal primo minuto, al centro dell’attacco. Se l’ex Galaxy dovesse lavorare in gruppo, senza alcun intoppo, anche in questi giorni, il suo impiego da titolare sarebbe certo. Rafael Leao e Mario Mandzukic, infatti, non hanno offerto garanzie e ad oggi non ci sono alternative a Ibrahimovic.

Rosa al completo

Il Milan dunque si aggrappa al suo leader carismatico per non gettare via tutto. Stefano Pioli già a partire dal match contro il Benevento dovrebbe finalmente avere tutta la rosa a disposizione.

Rispetto alle ultime uscite non è da escludere un rilancio di Alessio Romagnoli. Il tecnico rossonero è chiamato a porre rimedio ai tanti gol subiti e il capitano potrebbe rappresentare una soluzione. Probabilmente sarà solamente un caso ma l’ultima volta che il Milan ha mantenuto la porta inviolata, Pioli si era affidato a Romagnoli dal primo minuto, lo scorso 7 marzo contro il Verona al Bentegodi.

Come detto, Pioli potrebbe, finalmente, affidarsi ai titolari: attenzione, inoltre, alla possibilità di rilanciare Rafael Leao, nel ruolo in cui rende di più, quello di esterno sinistro. Ci sarà chiaramente da battere la concorrenza di Ante Rebic. In difesa Theo Hernandez non ci ha mostrato la sua versione migliore contro la Lazio ma difficilmente verrà messo in panchina. E’ chiaro che già da oggi – quando il gruppo lavorerà per la prima volta al completo (ieri chi era stato schierato titolare contro la Lazio si era allenato a parte) – si avranno maggiori notizie in merito alla possibile formazione di sabato.