Calciomercato Milan, futuro Hauge | Due club si fanno avanti

La cessione di Hauge non è esclusa, il Milan valuterà assieme all’agente le offerte. Intanto due società hanno manifestato il proprio interesse.

Jens Petter Hauge
Jens Petter Hauge (foto AC Milan)

Al Milan ci sono diversi calciatori dal futuro incerto e tra questi rientra sicuramente anche Jens Petter Hauge. Il talento norvegese potrebbe lasciare Milanello.

Recentemente il suo agente ha incontrato la dirigenza rossonera per discutere della situazione del ragazzo. Le parti hanno deciso di darsi nuovamente appuntamento a fine stagione per prendere una decisione. Bisognerà vedere se Stefano Pioli vorrà puntare sull’esterno norvegese oppure se darà il via libera a un eventuale trasferimento.


Leggi anche:


Udinese e Southampton interessati a Hauge

Hauge ha avuto un ottimo impatto al Milan, poi ha avuto un calo fisico e di rendimento. In questi mesi sta giocando poco ed è normale pensare che possa essere ceduto nel prossimo calciomercato estivo. Un trasferimento in prestito potrebbe rappresentare una buona soluzione per consentirgli di giocare con maggiore continuità e crescere prima di un ritorno a Milanello.

Il giornalista sportivo Nicolò Schiera spiega che Udinese e Southampton hanno mostrato interesse per Hauge in vista della prossima stagione. Si tratta di due squadre che potrebbero permettere all’ex Bodo/Glimt di avere spazio. Da capire se vorranno prendere il giocatore in prestito oppure a titolo definitivo.

Oggi La Gazzetta dello Sport ha rivelato che Hauge potrebbe essere offerto all’Udinese per arrivare a Rodrigo de Paul. Anche Tommaso Pobega e Marco Brescianini sono contropartite tecniche prese in considerazione per l’operazione riguardante l’argentino ex Valencia.

Hauge con la maglia del Milan ha messo insieme 24 presenze, 5 gol e un assist. Numeri interessanti sicuramente, nonostante il minutaggio limitato. L’esterno offensivo classe 1999 ha talento e margini di miglioramento notevoli, il club rossonero deve pensarci bene prima di “sbarazzarsene”.