Milan-Benevento 2-0, pagelle e tabellino: Calhanoglu trascina, Theo Hernandez chiude il match

Le pagelle di Milan-Benevento, l’anticipo della 34^ giornata di Serie A. Ritorno alla vittoria per i rossoneri, Calhanoglu torna decisivo

Hakan Calhanoglu e Leao
Hakan Calhanoglu e Leao (©Gettyimages)

Il Milan parte fortissimo e trova il vantaggio al minuto 6 con Hakan Calhanoglu. Splendida azione, tutta di prima, che parte da centrocampo con Kessie. E’ Saelemaekers a fornire l’assist al 10, il quale dopo il velo di Kessie mette dentro l’1-0. Ancora una palla gol per i padroni di casa, che dopo un torello in area mandano in porta prima Dalot, che centra Montipò, e poi Ibra che strozza troppo il sinistro.

E’ Ionita che prova a mettere in difficoltà Donnarumma dalla distanza, il 99 però si allunga plastico e mette in corner. Non c’è un attimo di sosta e su contropiede il Milan va in campo aperto in 3 contro 2, Kessie manda in porta Leao che spara ancora una volta su Montipò. Al 36″ gran tiro di Theo, che trova sulla sua strada ancora il numero 1 del Benevento. Due occasioni colossali per il Milan sul finale. Prima Bennacer in campo aperto, ancora in 3 contro 2, ma viene clamorosamente murato. Poco dopo Ibrahimovic allo scadere, a tu per tu con il portiere perde il duello e ancora Montipò devia di piede.

Nel secondo tempo ancora una grande occasione per Ibrahimovic, che dopo un uno-due con Saelemaekers salta Glik, ma non riesce ancora a superare il portiere dall’area piccola. Al minuto 60″ il Milan raddoppia, con una combinazione tra Hernandez e Ibrahimovic. Il francese mette in porta il numero 11 che trova ancora la respinta, ma sulla ribattuta è ancora Theo il più veloce, tap-in e 2-0. Il Benevento prova a portarsi in avanti, ma non riesce mai a rendersi pericoloso, la partita termina 2-0, ritorno alla vittoria per gli uomini di Pioli.


Leggi anche:


Milan-Benevento, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6,5 – Praticamente mai impegnato per tutta la gara, risponde presente su Ionita nel primo tempo e sprona la squadra dalle retrovie.

Dalot 6 – Pericoloso in avanti. Si mette in mostra con qualche buona serpentina, soprattutto nel secondo tempo.

Romagnoli 6,5 –  Quasi due mesi dall’ultima da titolare, il capitano si fa trovare pronto e insieme al collega di reparto chiude tutti gli spiragli.

Tomori 6,5 – Dopo i disastri dell’Olimpico è tornato lo spumeggiante centrale che aveva incantato fino a qualche settimana fa.

Theo Hernandez 7  – Completamente ritrovato, si propone e impegna Montipò con una bordata da fuori area. Avvia e chiude l’azione del 2-0 (Calabria 75′ sv)

Kessie 7 – Il solito dominatore del centrocampo, questa volta illumina anche in attacco. Meraviglioso il velo per l’1-0 di Calhanoglu.

Bennacer 5 –  Ancora troppo timido in mezzo al campo, si fa ammonire e rischia su Dabo il secondo giallo. Sbaglia inoltre la conduzione di un contropiede 3 contro 2 (Tonali 45′  6).

Saelemaekers 6,5 – Come spesso accade uno dei più propositivi, detta l’assist per l’1-0 ed è sempre prezioso in zona difensiva (Castillejo 75′ sv).

Calhanoglu 7 – Un altro rispetto all’ultima gara, sblocca il match e illumina sulla trequarti. Il gol dell’1-0 è splendido (Brahim Diaz 85′ sv)

Leao 6 – Sembra essere più a suo agio sulla fascia che da punta centrale. Diligente anche in fase difensiva (Rebic 75′ sv).

Ibrahimovic 6 – Fondamentale per lo sviluppo del gioco, tocca diversi palloni fuori l’area di rigore. Sbaglia però tre occasioni a tu per tu.

Il tabellino di Milan-Benevento

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Romagnoli, Tomori, Hernández; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Leao; Ibrahimovic. A disp.: Tătărușanu; Calabria, Kjaer Gabbia, Kalulu, Rebic; Castillejo, Díaz, Hauge, Krunić, Meïte, Tonali; All.: Pioli.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; De Paoli,Glik, Caldirola, Barba, Dabo, Viola, Ionita, Iago Falque, Import, Lapadula. A disp.: Caprari, Diambo, Gaich, Di Serio, Hetemaj, Insigne, Lucarelli, Manfredini, Pastina, Sanogo, Schiattarella, Tello. All.: F. Inzaghi.

Arbitro: Calvarese di Teramo.

Marcatori: Calhanoglu 6′, Theo Hernandez 60′.