Mourinho alla Roma: cambia il futuro dell’attaccante | Il Milan c’è

Mourinho alla Roma cambia anche le mosse di calciomercato. L’attaccante non è più un obiettivo, il Milan invece lo vuole ancora

Mourinho
José Mourinho e Kane (©Getty Images)

Ieri è arrivato un annuncio clamoroso, inaspettato: la Roma ha preso José Mourinho. Sarà lui l’allenatore della squadra il prossimo anno al posto di Paulo Fonseca, che lascerà la capitale al termine di questa stagione. Una mossa che ha colto di sorpresa tutti, anche i più grandi esperti di calciomercato. E adesso? Con questo importante arrivo in panchina, la Roma si candida come protagonista sia negli acquisti che per la lotta Scudetto.

Nuova concorrenza sul campo per il Milan. Che ha come obiettivo quello di crescere di anno in anno e migliorare la propria posizione. La società di via Aldo Rossi è concentrata sulla conquista della Champions League al momento: tutto dipende da quell’obiettivo, anche in chiave mercato. Maldini sa di dover inserire dei rinforzi nella rosa di Stefano Pioli per renderla ancor più competitiva. Il primo passo è stato il rinnovo di Ibrahimovic, il secondo dovrà essere quello di Donnarumma. Ma torniamo a Zlatan e al fatto che quest’anno, a causa degli infortuni, ha saltato tantissime partite. Ecco perché una delle priorità del Milan deve essere l’acquisto di una punta che possa sopperire alle sue, inevitabili, assenze.


Leggi anche:


Belotti e il rinnovo

Con Mourinho cambiano anche gli scenari di mercato per la Roma. Se José ha accettato questa esperienza, è chiaro che ha ricevuto delle garanzie anche sul rafforzamento dell’attuale rosa. Prima di questa notizia, il nome di Andrea Belotti veniva spesso accostato ai giallorossi, oltre che al Milan; sarebbe stato un buon acquisto per Maurizio Sarri. Che, per molti esperti e giornalisti, sarebbe dovuto essere il nuovo allenatore dei capitolini. Mourinho invece potrebbe cambiare obiettivo e puntare su altri nomi. Una buona notizia per il Diavolo che quindi avrebbe una concorrente in meno per il possibile assalto alla punta del Torino.

Belotti è in scadenza di contratto a giugno 2022 e per adesso non c’è l’accordo per il rinnovo. Urbano Cairo, intervenuto all’ANSA, ha detto che si parlerà di prolungamento alla fine della stagione. Il Gallo è, per il Toro, un calciatore fondamentale, capitano e simbolo di tutta la squadra. Nell’estate del 2017 è stato trattato da Massimiliano Mirabelli per portarlo al Milan, ma la richiesta di Cairo sfiorava i 100 milioni (Belotti era reduce dalla sua miglior stagione di sempre). Ora, senza rinnovo, potrebbe liberarsi per molto meno. Maldini ci sta pensando. Secondo torinogranata.it, sulle tracce del bomber ci sarebbe anche il West Ham, prossimo alla qualificazione in Europa League e alla ricerca di un grande attaccante.