Gazzetta – Le pagelle di Juve-Milan: Kjaer mostruoso, Calhanoglu uomo ovunque

Ecco i voti e le pagelle della Gazzetta dello Sport assegnate ai calciatori del Milan, scesi ieri in campo nel vittorioso match contro la Juventus.

Kjaer e Rabiot
Kjaer e Rabiot (acmilan.com)

Una delle migliori prestazioni di squadra per il Milan stagione 2020-2021. L’opinione è comune e condivisa, dopo il clamoroso quanto meritato 3-0 inflitto alla Juventus in trasferta. Un successo che riporta entusiasmo nell’ambiente rossonero e risolleva le ambizioni.

Il Milan di mister Pioli ha finalmente giocato la partita ideale, dopo mesi di prestazioni sottotono e risultati a dir poco deludenti. Contro la Juve praticamente nessuno dei calciatori scesi in campo ha fallito l’appuntamento, anzi, il livello delle prestazioni si è alzato in linea generale.

Come di consueto la Gazzetta dello Sport ha pubblicato oggi i voti e le pagelle dei calciatori milanisti schierati ieri all’Allianz Stadium. Stavolta con responsi positivi e molto promettenti in vista del gran finale della stagione.


Leggi anche:


Le pagelle del Milan: i promossi

Come era prevedibile, le pagelle della ‘rosea’ premiano praticamente tutti i giocatori del Milan che hanno preso parte all’importante blitz di ieri sera allo Stadium. Quasi nessuna prestazione sotto la sufficienza, sinonimo di una domenica perfetta per Pioli e compagnia.

Partiamo dai migliori: voto 8 per Brahim Diaz, la mossa a sorpresa del Milan. Lo spagnolo segna un gran gol, si procura il rigore del possibile raddoppio e fa una gara eccellente in fase di pressione e generosità. Voto da dividere con chi ha scelto di puntare su di lui.

Subito sotto c’è il 7,5 di Simon Kjaer. Insuperabile e determinante per la difesa rossonera. Il danese si conferma leader assoluto. Voto 7 per il collega Fikayo Tomori, meno super in fase difensiva ma si regala la gioia del 3-0 e del primo gol in Italia.

Fikayo Tomori e Simon Kjaer
Fikayo Tomori e Simon Kjaer (©Getty Images)

7 in pagella anche per Hakan Calhanoglu, uomo ovunque del Milan, sia in fase di possesso palla che in ripiegamento. Bene anche Ante Rebic, che entra al posto di Ibra e fa quello che deve fare, ovvero chiudere la contesa con il gol del raddoppio.

Positive le prestazioni anche degli altri. Voto 6,5 per Donnarumma, che deve compiere solo una parata importante. O per Calabria e Theo Hernandez che tengono senza problemi le corsie laterali. Stesso punteggio anche per un ordinato Bennacer ed il solito dinamico Saelemaekers.

Mezzo voto in meno per Franck Kessie. Solita prova da gigante infaticabile per l’ivoriano, ma pesa l’errore dal dischetto che rischiava di rimettere in discussione la partita. Solo 6 in pagella per lui.

Ibrahimovic infortunato e bocciato

L’unica bocciatura della serata riguarda l’uomo più atteso. Poco brillante la prestazione di Zlatan Ibrahimovic, che delude le aspettative. Voto 5 per lo svedese, che sembra preoccupato dalla marcatura di Chiellini e passa il più del tempo a terra per i colpi ricevuti.

L’infortunio al ginocchio lo manda k.o. nella ripresa, facendo preoccupare tutti. Ma è la triste conclusione della sua prova spenta e senza guizzi in attacco. Dopo la sua uscita i rossoneri tornano a brillare e segnano ben due reti.