Il Milan si qualifica in Champions se … tutte le combinazioni

A due giornate dal termine del campionato, il Milan è sempre più vicino alla qualificazione in Champions League. Ecco cosa serve ai rossoneri per raggiungere il traguardo

Milan
Milan (©Getty Images)

Centottanta minuti alla fine di un campionato che deve ancora scrivere verdetti importanti. Su tutti quello sulle tre squadre che affiancheranno l’Inter, vincitrice dello Scudetto, nella prossima edizione di Champions League. La 36.a giornata ha cristallizzato ulteriormente una situazione di classifica serrata con quattro squadre in lotta per tre posti racchiuse in tre punti senza dimenticare la Lazio, sesta, e ancora potenzialmente in corsa.

Il Milan, al momento, condivide gli stessi punti con l’Atalanta (75) con un vantaggio di due lunghezze dal Napoli e tre dalla Juventus. La Lazio, sesta, insegue a -8 con un match da recuperare, quello con il Torino in programma mercoledì 18 maggio, tre giorni prima l’ultima di campionato.

I rossoneri, attesi dal Cagliari a San Siro e dall’Atalanta alla 38.a al Gewiss Stadium, potrebbero staccare il pass Champions già domenica prossima con una vittoria o anche con un altro risultato. In qualsiasi caso, il verdetto scaturirà in base all’esito dei match delle altre contendenti.


Leggi anche 


Milan in Champions League, le combinazioni

Proviamo a districarci di seguito nelle possibili combinazioni che potrebbero consentire al Milan di qualificarsi alla Champions League con una possibile giornata di anticipo.

La 37.a giornata di campionato propone sabato 15 maggio alle 15, Genoa-Atalanta seguita alle 18  da Juve-Inter e in serata dal Derby Lazio-Roma. Domenica 16 alle 12.30 il Napoli è ospite della Fiorentina. Il Milan è impegnato nel posticipo con il Cagliari alle 20.45. I rossoneri dunque giocheranno conoscendo già i risultati delle rivali.

Il Milan si qualifica alla Champions già nel prossimo weekend se:

  • Vince con il Cagliari e l’Atalanta batte il Genoa. In questo caso se anche la Juventus dovesse imporsi sull’Inter, Milan e Atalanta conserverebbero tre punti sui bianconeri e lo scontro diretto della 38.a scongiurerebbe l’ipotesi di un arrivo eventuale delle tre squadre con lo stesso punteggio e i calcoli della classifica avulsa. Di fatto, il Milan  potrebbe anche perdere a Bergamo ed essere raggiunto dalla Juve impegnata a Bologna all’ultima. A pari punti, i rossoneri passano per gli scontri diretti. L’eventuale sorpasso del Napoli, nell’ipotesi di 6 punti dei partenopei con Fiorentina e Verona,  influirebbe solo per la posizione di classifica finale e non per la qualificazione.
  • Se la Juventus perde con l’Inter e la Lazio non dovesse vincere il Derby: Il Milan sarebbe qualificato in anticipo senza giocare, indipendentemente da Genoa-Atalanta. Non ci sarebbe infatti la possibilità di un arrivo a pari punto tra tre squadre. Al contempo, i biancocelesti non potrebbero più raggiungere i rossoneri anche vincendo il recupero con il pericolante Torino e la sfida con il Sassuolo all’ultimo.

  • Se il Napoli pareggia o perde a Firenze e il Milan vince con il Cagliari: In questo caso, anche l’eventuale vittoria della Juve con l’Inter sarebbe ininfluente. Il Milan infatti staccherebbe i partenopei di 4 o 5 punti a una giornata dal termine. Uno scenario non certo positivo per gli uomini di Gattuso che senza vittoria al Franchi e i concomitanti tre punti dei bianconeri con l’Inter sarebbero scavalcati da quest’ultimi al quarto posto. In caso di sconfitta del Napoli e pari della Juve, le due squadre sarebbero a pari punti ma con gli azzurri avanti negli scontri diretti.
  • Con una vittoria contro il Cagliari, il Milan diventerebbe irraggiungibile in classifica per la Lazio anche in caso di tre vittorie consecutive di Immobile e compagni contro Roma, Torino e Sassuolo.
Torino Milan
Torino-Milan (©Getty Images)

C’è una possibilità, tuttavia, in cui la vittoria con il Cagliari non potrebbe bastare ai rossoneri, costretti poi a giocarsi la qualificazione all’ultima. Se Donnarumma e compagni dovessero imporsi con i sardi con le concomitanti vittorie di Juve e Napoli con Inter e Fiorentina e la sconfitta dell’Atalanta a Genova si arriverebbe alla seguente situazione di classifica: Milan 78; Napoli 76; Juventus e Atalanta 75. 

In questo caso, con le vittorie all’ultima del Napoli con il Verona e della Juventus a Bologna, Atalanta-Milan diventerebbe un vero e proprio spareggio con i rossoneri costretti almeno al pareggio per qualificarsi. Con un eventuale ko a Bergamo, infatti Milan, Juve e Atalanta potrebbero concludere il campionato a 78 punti e la classifica avulsa condannerebbe i rossoneri nel computo degli scontri diretti limitato alle tre squadre. In quel caso per salvarsi il Milan avrebbe bisogno di un pari o di una sconfitta del Napoli al Maradona con il Verona.