Brahim Diaz: “La mia priorità è il Milan”

Brahim Diaz ha parlato ai microfoni di Sportmediaset del suo percorso e di quello del Milan. Importante il focus sul raggiungimento della Champions 

Brahim Diaz
Brahim Diaz e Davide Calabria (©Getty Images)

In queste due ultime giornate di campionato, Brahim Diaz si è conquistato definitivamente la stima del club e di tutti i tifosi. Il piccolo di Malaga ha giocato due prestazioni stupefacenti, ripagando la fiducia concessagli da Stefano Pioli dato che lo ha schierato da titolare.

Brahim si è fatto trovare super pronto alla chiamata del mister, e non è un caso che ha segnato due gol in due gare consecutive. Adesso rimane da sciogliere il nodo attorno al suo futuro. Il trequartista ha convinto a pieno il club rossonero, che vorrebbe trattenerlo con sè almeno per un’altra stagione. Ovviamente, tutto dipenderà dalle volontà del Real Madrid (club proprietario del suo cartellino). Il solo prestito secco non da alcuna garanzia attualmente al Milan.

Eppure, Brahim Diaz ha sempre espresso la sua grande fede ai colori rossoneri. Sin da bambino, lo spagnolo tifava Milan. Nell’intervista rilasciata per Sportmediaset, Brahim ha ribadito di trovarsi benissimo nel club rossonero, e che attualmente la sua unica priorità è il Milan e il raggiungimento della Champions League.


Leggi anche:


Le parole di Brahim Diaz per Sportmediaset

Questa l’intervista al giovane Brahim:

Su come si trova a Milano e al Milan: Sono molto felice di trovarmi qui a Milano. E’ una città stupefacente e il club è grandioso. I tifosi mi danno veramente tanto affetto e qui mi trovo benissimo. Ora vogliamo dargli una gioia in questo finale di stagione”.

Sul grande momento di crescita personale: Come dico sempre, la priorità è il Milan e cercare di fare il massimo per questa squadra. Mi sento protagonista così come tutti i miei compagni che è la cosa fondamentale. Sono contento di tutto quello che sto facendo”.

Sull’indispensabile obiettivo Champions: Un club come il Milan deve giocare assolutamente la Champions League. E’ una competizione troppo importante e significa tantissimo per noi riuscire a qualificarci. Da bambini tutti sognavamo di giocare la Champions League e se continueremo così potremo certamente giocarla l’anno prossimo”.