Milan | Colpo Vlahovic: “Come Chiesa, il prezzo non fa paura”

Il Milan affiancherà a Zlatan Ibrahimovic un nuovo attaccante. Il profilo che più piace è quello di Dusan Vlahovic. Valutazione alle stelle ma c’è fiducia, ecco perché

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic (© Getty Images)

Carlo Laudisa, attraverso le pagine di gazzetta.it, ha fatto il punto sul futuro di Dusan Vlahovic. L’attaccante serbo continua ad essere il nome in cima alla lista dei desideri per il Milan. La trattativa per far vestire il bomber serbo di rossonero, si preannuncia complicata ma non impossibile: “Tutte le strade portano a Dusan Vlahovic – esordisce il giornalista de La Gazzetta dello Sport, espero di calciomercato -. Il Milan è stato il primo a mettersi sulle sue tracce, quando la sua valutazione sembrava già alta, a 40 milioni di euro ma negli ultimi giorni da Firenze è arriva una indiscrezione secondo cui Commisso lo valuta 80 milioni, il doppio”.

Niente rinnovo – “E’ possibile che valga tanto il pur promettente attaccante serbo? Diciamo che in questa vicenda di mercato c’è un problema contrattuale enorme perché lui non vuole rinnovare quel contratto in scadenza nel 2023 – prosegue Laudisa -. Molti segnali portano a una vicenda simile a quella di Federico Chiesa, l’anno scorso con la Juventus, e sappiamo come è andata a finire…

Ecco perché il Milan è sempre sotto traccia e quel prezzo che sale non fa paura perché la contesa interna è dietro l’angolo e guarda caso anche Gattuso ha chiesto che Vlahovic rimanga. Potrebbe essere accontentato? E’ presto per dirlo, ecco perché il Milan va tenuto bene nel conto”.


Leggi anche:


Cercasi vice Ibra

L’acquisto di un nuovo attaccante da affiancare a Zlatan Ibrahimovic è davvero una priorità in casa Milan. L’ennesimo stop dello svedese non lascia alcun dubbio. Il futuro di Mario Mandzukic è già scritto: sarà addio al termine della stagione visto il suo contributo praticamente nulla da quando è arrivato.

Dusan Vlahovic piace parecchio e oggi Commisso ha lasciato intendere che non è incedibile. Nelle prossime settimane se ne saprà certamente di più ma attenzione anche ad altre piste: Andrea Belotti, con un contratto in scadenza nel 2022, è sempre un nome buono da spendere per l’attacco del Milan, così come quello di Gianluca Scamacca.