Corsa Champions, il Milan ha un match-point: la situazione

Ecco come si sta evolvendo la corsa per la qualificazione in Champions League dopo gli anticipi di ieri in Serie A.

Juve-Milan
Juve-Milan (©Getty Images)

Quella di oggi potrebbe realmente essere la giornata decisiva, la domenica atta a mettere fine alla tesissima corsa per la prossima Champions League. Il Milan ha un match-point da sfruttare questa sera, nel duello con il Cagliari delle ore 20:45.

Ieri intanto è arrivata la matematica qualificazione dell’Atalanta. Impresa clamorosa quella dei bergamaschi, alla terza partecipazione consecutiva in Champions. Il 4-3 sul campo del Genoa ha portato la squadra di Gasperini a quota 78 punti, quando manca solo una gara al finale di stagione.

Il Milan ha l’obiettivo di agganciare la stessa Atalanta già stasera: in caso di successo sul Cagliari, i rossoneri sarebbero automaticamente qualificati alla fase a gironi di Champions. La classifica avulsa darà infatti una mano alla formazione di Stefano Pioli.


Leggi anche:


Milan, destino nelle proprie mani. Il Napoli passa da Firenze

Il Milan, così come l’Atalanta, vincendo andrebbe a +3 sulla Juventus. I bianconeri ieri hanno vinto una gara molto contestata a livello arbitrale con l’Inter campione d’Italia. In questo momento sono appaiati proprio ai rossoneri a quota 75 punti.

Negli scontri diretti il Milan però è avanti: ha perso all’andata 3-1 ma ha battuto la settimana scorsa 3-0 i rivali juventini, che dunque sarebbero svantaggiati in caso di arrivo a pari punti. In sintesi: a Kessie e compagni basterà fare tre punti stasera per festeggiare il ritorno in Champions dopo otto anni.

Sarà importante regolare subito la faccenda, visto che l’ultima giornata prevede il delicato match in casa dell’Atalanta. Una sfida che sarebbe meno impegnativa del solito, visto che i nerazzurri sono già in Champions e mercoledì giocheranno la finale di Coppa Italia. Ma Pioli non intende arrivare a quel match da dentro/fuori con il rischio di un crollo.

Il Napoli invece dovrà attendere a prescindere l’ultima giornata prima di conoscere il proprio destino. Che dipende unicamente dai propri risultati: battendo oggi la Fiorentina e domenica prossima il Verona, Gattuso otterrebbe un posto tra le prime quattro della classifica. Altrimenti rischia di giocarsela fino all’ultimo con la stessa Juve.

Infine la Lazio. Da ieri i capitolini sono ufficialmente fuori dalla corsa Champions per via della sconfitta contro la Roma. Nonostante una gara ancora da recuperare (contro il Torino), la formazione di Inzaghi potrà al massimo conquistare 73 punti. Gli stessi che ha attualmente il Napoli, il quale è già avanti negli scontri diretti.

La classifica attuale