Milan, da Donnarumma a Tomori e Vlahovic: la Champions cambia il mercato

Andare in Champions League avrebbe effetti positivi su ambiente, bilancio, rinnovi e calciomercato in casa Milan. I ricavi UEFA influiscono.

Fikayo Tomori Stefano Pioli
Fikayo Tomori e Stefano Pioli (©Getty Images)

Il Milan contro il Cagliari poteva ottenere il pass per la Champions League, ma non è andato oltre lo 0-0. Si giocherà tutto a Bergamo contro l’Atalanta, una delle avversarie peggiori da affrontare.

La squadra rossonera con una vittoria al Gewiss Stadium sarebbe sicuro della qualificazione. Invece con un pareggio sarebbe necessario che almeno una tra Napoli (contro l’Hellas Verona) e Juventus (contro il Bologna) non vincesse.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, la Champions cambia le prospettive

Andare in Champions League avrebbe effetti molto positivi sul Milan. Sarebbe un traguardo importante riconquistato dopo tanti anni, darebbe sicuramente grande entusiasmo all’ambiente e un’ulteriore spinta per il futuro. Da considerare le importanti conseguenze economiche. I soldi dei premi UEFA aiuterebbero il bilancio e condizionerebbero in positivo il calciomercato.

Senza Champions, possono complicarsi ulteriormente i rinnovi di contratti di Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu. Le trattative sono state congelate e riprenderanno solamente a fine campionato, però finora è stato difficile trovare gli accordi. Conquistare la qualificazione potrebbe consentire di accelerare le pratiche.

Altra situazione in ballo è il riscatto di Fikayo Tomori. Con l’accesso alla Champions non ci sarebbero dubbi. Ma senza? Come riportato da La Gazzetta dello Sport, l’intenzione del Milan è comunque quella di acquistare il cartellino del difensore del Chelsea. Tuttavia, l’operazione da 28 milioni di euro diventerebbe meno automatica.

Capitolo Brahim Diaz. Il suo è un prestito secco e dunque il talento spagnolo dovrebbe rientrare al Real Madrid, dove però rischierebbe di fare panchina. I club parleranno a fine stagione. La soluzione ideale potrebbe essere il prolungamento del prestito per un’altra stagione. Giocare con una certa continuità e poterlo fare pure in Champions League aiuterebbe ulteriormente la crescita dell’ex Manchester City.

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic (©Getty Images)

Gli introiti derivanti dalla UEFA saranno fondamentali anche per la campagna acquisti. Tra gli obiettivi c’è l’acquisto di un centravanti che possa alternarsi con Zlatan Ibrahimovic. Il sogno è Dusan Vlahovic, bomber della Fiorentina. Per arrivare a lui e ad altri obiettivi che richiedono sforzi economici importanti, i soldi della Champions sono vitali.