Pre-convocati Italia a Euro 2020: Mancini boccia tre calciatori del Milan

Mancini ha escluso tre rossoneri dalla lista dei pre-convocati per Euro 2020, l’unico milanista presente è Donnarumma 

Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Euro 2020 è sempre più vicino. L’Italia si sta preparando per questo importante evento, il primo ufficiale dopo la non partecipazione ai Mondiali del 2018. In questi anni Roberto Mancini ha fatto un lavoro stupendo: ha creato un’ottima squadra, un mix fra esperienza e gioventù. Adesso è chiamato a fare delle scelte importanti: la lista dei convocati sarà composta da 23 calciatori e dovrà annunciarla nelle prossime settimane. Intanto ieri ha reso note le pre-convocazioni, che sarà poi il gruppo che prenderà parte all’ultima amichevole prima del torneo contro il San Marino (il 28 maggio alla Sardegna Arena di Cagliari).

Nonostante un anno ad alto livello, esclusi questi ultimi mesi, a rappresentare il Milan c’è un solo calciatore: è Donnarumma, ormai titolare anche della Nazionale. Dopodiché, nessun altro. Out quindi dalla lista altri tre che spesso hanno preso parte agli impegni azzurri: Davide Calabria, Alessio Romagnoli e Sandro Tonali. Nessuno di questi tre è stato chiamato da Mancini, che ha chiaramente deciso di fare altre scelte.


Leggi anche:


Anche Calabria e Tonali esclusi

In difesa, nei 33 pre-convocati dal commissario tecnico, ci sono: Acerbi – che non è al top -, Bonucci, Chiellini, Mancini e Toloi (il difensore dell’Atalanta ha preso da poco la cittadinanza italana). Resta fuori quindi Romagnoli. Che è sicuramente in un periodo negativo col Milan, tanto da aver perso il posto da titolare in favore di Fikayo Tomori, ma resta comunque un difensore affidabile e che conosce l’ambiente. Insomma, una scelta che può starci ma che non convince pienamente. Un periodo davvero buio per il capitano del Milan che adesso dovrà fare delle attente valutazioni sul suo futuro: il riscatto di Tomori potrebbe essere un motivo per chiedere la cessione (è in scadenza fra un anno).

I terzini invce sono: Manuel Lazzari (abituato a fare l’esterno a tutta fascia in una difesa a tre), Florenzi, Biraghi, Spinazzola e Di Lorenzo. Anche in questo caso, forse Davide avrebbe meritato maggior considerazione da parte di Mancini. Non possiamo dire lo stesso, invece, per Tonali: l’ex Brescia non ha certamente spiccato quest’anno nel Milan, ha fatto un po’ di fatica all’inizio, si è inserito pian piano ma non è esploso come ci si aspettava (chiuso da Kessie e Bennacer). Non è pronto per una competizione importante come l’Europeo, anche perché davanti a lui ci sono calciatori di alto livello come Verratti (da valutare) e Jorginho, poi anche Locatelli e Pellegrini.