Milan pronto al gran finale | Theo e Calhanoglu gli uomini Champions

E’ il grande giorno di Atalanta-Milan, dell’ultima di campionato che assegnerà gli ultimi piazzamenti in Champions League.

Theo Hernandez e Calhanoglu
Theo Hernandez e Calhanoglu (©Getty Images)

Il giorno è giunto. Stasera il Milan saprà se gli sforzi ed il lungo cammino stagionale verranno premiati con l’obiettivo tanto agognato, il ritorno in Champions League. In realtà i rossoneri sono padroni del proprio destino, nella speranza che un aiutino possa arrivare anche da altri campi.

L’Atalanta è un osso duro, anche perché arriva come ultimissima chance dopo il match-point fallito domenica scorsa contro un Cagliari già salvo. Squadra troppo tesa e poco serena quella di Stefano Pioli, il quale ha scelto di fare come i buoni maestri: in settimana meno lavagna e più ricreazione, per riportare entusiasmo con una grigliata in famiglia che sa di unità.

Come scrive la Gazzetta dello Sport, i due uomini chiave di questa sera a Bergamo saranno Theo Hernandez e Hakan Calhanoglu. Pioli si aspetta da loro i colpi di genio e la qualità per espugnare il campo dell’Atalanta. Il terzino, già 7 reti in campionato, è un’arma imprescindibile. Il turco è colui in grado di far girare l’intero Milan, senza scordare che fu determinante nel 2019, nell’ultimo blitz rossonero in casa atalantina.


Leggi anche:


Intreccio Champions: la situazione di Napoli e Juventus

Il Milan, come detto, sarà padrone del proprio destino. Lo è anche il Napoli, una delle rivali più acerrime. I partenopei sulla carta hanno la via più semplice, visto che affrontano stasera un Hellas Verona che ha già gettato la spugna da settimane.

Una vittoria contro i veneti manderebbe senza se e senza ma la squadra di Rino Gattuso in Champions. Un traguardo ottenuto in rimonta, al contrario del Milan, che invece sembrava avere in pugno un piazzamento tra le prime quattro mentre ora deve difendersi dagli assalti al foto-finish.

Poi c’è Bologna-Juventus, altra gara che sulla carta, a livello motivazionale, sembra già scritta. I bianconeri scenderanno in campo al Dall’Ara con la bava alla bocca. Ma occhio ai cali di concentrazione spesso frequenti in stagione della banda Pirlo: in caso di mancata vittoria, la Juve manderebbe Milan e Napoli in Champions a prescindere dai loro risultati.