Comunicato di Juve, Barca e Real: “No alle costrizioni dell’Uefa”

I tre club si uniscono in una nota ufficiale contro l’UEFA: ” O si riforma il calcio o si assiste al declino”.

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (©Getty Images)

Juventus, Real Madrid e Barcellona hanno risposto per le rime alla Uefa e lo hanno fatto attraverso un comunicato in cui esprimo no il rifiuto alla coercizione esercitata dall’organo europeo. “Barcellona, Juventus e Real Madrid, club con oltre un secolo di storia, non accetteranno nessun tipo di coercizione o di intollerabile pressione”. La Uefa aveva infatti aperto un procedimento contro i club della Superlega.

Secondo i club si tratta di una violazione delle decisioni delle corti di giustizia, le quali aveva ordinato di non procedere legalmente contro i membri fondatori. “L’apertura dei procedimenti disciplinari da parte dell’Uefa è incomprensibile e rappresenta un attacco diretto alle norme della legge che i cittadini dell’Unione Europea hanno democraticamente stabilito”.


Leggi anche:


Il comunicato dei club

Nel comunicato i tre club ribadiscono l’obiettivo della Superlega di migliorare e modernizzare il calcio europeo, e si dichiarano ancora disponibili a un dialogo con l’UEFA per lo scopo di incrementare l’interesse verso questo sport e di perfezionare lo spettacolo da mostrare al pubblico. “Questo obiettivo deve essere raggiunto in un contesto di sostenibilità e solidarietà”