Manchester City-Chelsea, Highlights Finale Champions League | Video

Manchester City-Chelsea, la cronaca e gli highlights della finale di Champions League disputata ad Oporto sabato 29 maggio 2021

Manchester City-Chelsea
Manchester City-Chelsea (Getty Images)

Dopo i fuochi d’artificio e lo spettacolo pre partita, la finale comincia a gran ritmo. La prima occasione è del City con Sterling, schierato a sorpresa da Guardiola, che si incunea in area ma perde l’attimo per la conclusione con Mendy che si salva in uscita. Scampato il pericolo, il Chelsea si scrolla la tensione di tensione di dosso e fa la partita. Werner fallisce due opportunità ravvicinate. Al 10′, l’attaccante tedesco manca il pallone e spreca una grande chance a ridosso dell’area piccolo. Al 15′, invece, la conclusione sempre da posizione favorevole è troppo debole e centrale per impensierire Ederson.

Il City, sempre esposto alle ripartenze degli avversari, risponde con qualche sortita in velocità ma Mendy non compie una parata. Al 39′, la finale perde un grande protagonista, Thiago Silva, costretto alla sostituzione per un infortunio muscolare. Al suo posto entra il danese Christensen. Un cambio che precede di poco il gol del vantaggio dei Blues. Lo segna Havertz al 43′. Il tedesco sfrutta al meglio un’imbucata di Mount, sorprende Zinchenko in marcatura, tocca la palla di quel che basta per superare Ederson e infila a porta vuota per lo 0-1 con cui si va all’intervallo.


Leggi anche


Manchester City – Chelsea, il secondo tempo

Non succede nulla nel primo quarto d’ora della ripresa fino al 58′ quando dopo uno scontro fortuito con Rudiger, De Bruyne è costretto ad uscire per una botta alla testa. In lacrime, il capitano del City impossibilitato a proseguire con l’occhio tumefatto. Al posto del belga entra Gabriel Jesus e la fascia da capitano passa a Sterling.

Il tempo passa e il City non riesce a rendersi pericoloso mentre il Chelsea si difende senza affanno. Al 72′, i Blues hanno l’occasione del ko. Havertz orchestra il contropiede e serve l’assist del raddoppio a Pulisic, la cui conclusione con Ederson in uscita si spegne sul fondo dando anche l’illusione del gol.

Si arriva all’80’ con lo sterile possesso palla del City che non riesce nemmeno a tirare in porta con Mendy di fatto inoperoso nelle ripresa. Guardiola manda in campo Aguero ed è proprio il Kun a provarci, sfruttando un errore di James ma il cross dell’argentino per l’accorrente Gabriel Jesus viene bloccato da un attento Mendy.

PER IL VIDEO CON GLI HIGHLIGHTS DI CITY-CHELSEA | CLICCA QUI 

Il tempo scorre inclemente per gli uomini di Guardiola che non riescono a produrre nulla. Un boato di disapprovazione arriva dai tifosi del Chelsea quando il quarto uomo indica 7 minuti di recupero, dovuti in gran parte al tempo perso per l’infortunio di De Bruyne. Il recupero è una tortura per il Chelsea e un brivido inaudito percuote i Blues quando la conclusione di Mahrez dal limite sfiora la traversa, nell’unica occasione da gol per il City della ripresa.

Il Chelsea è campione d’Europa nove anni dopo il trionfo, con Di Matteo in panchina, ai rigori contro il Bayern Monaco all’Allianz Arena. Una vittoria meritata per i Blues di Tuchel che si rifà della sconfitta subita nella finale dello scorso agosto proprio contro il Bayern a Lisbona quando era ancora l’allenatore del Paris Saint Germain. Per il Manchester City e Guardiola una finale deludente, senza un tiro in porta. Nessuno se lo aspettava eppure è successo davvero.