Milan, passi avanti per Brahim Diaz: ultimo ostacolo

Il Milan e il Real Madrid stanno lavorando in queste ore sul prolungamento del prestito di Brahim Diaz. C’è la volontà di rimanere ancora in rossonero

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©Gettyimages)

Non è stato solamente prezioso dal punto di vista tattico per tutta la stagione, ma un vero e proprio coniglio fuori dal cilindro di Pioli nel finale di stagione (Juventus-Milan tra le tante). Brahim Diaz, inaspettato trascinatore emotivo di Bergamo, ha dimostrato di essersi calato completamente nel progetto, e la sua esultanza a fine gara lo ha dimostrato. Non solo lo spagnolo ha dimostrato un tale attaccamento. Anche Diogo Dalot, che si è poi lasciato andare a quello che aveva tutta l’aria di un saluto sui social, ha fatto gruppo nonostante il prestito secco.

La dirigenza rossonera, dopo aver risolto la grana portiere egregiamente, è adesso al lavoro per provare – come nel caso di Dalot, Tomori e Diaz – a imbastire le trattative riguardanti i rinnovi. In quest’ottica, secondo quanto si apprende da La Gazzetta dello Sport, pare che il Real Madrid e i rossoneri si siano seduti a parlare in questi giorni del rinnovo del malagueno.


Leggi anche: 


Brahim Diaz, rinnovo del prestito: le cifre

L’ex Manchester City ha sicuramente convinto il tecnico, i tifosi e la società, e adesso potrebbe prendersi il suo spazio anche nel Milan del futuro. Secondo le fonti della rosea, che questa mattina ha riportato un’indiscrezione sul rinnovo di Brahim Diaz, pare che il Milan e il Real Madrid si stiano accordando per prolungare la permanenza del giocatore in Italia. La volontà del giocatore, come già espressa più volte durante il corso della stagione, sarebbe quella di legarsi al diavolo, visto l’attaccamento dimostrato sia in campo che fuori. Intanto il club di via Aldo Rossi pare stia lavorando in funzione di un altro anno di prestito, gratuito.

Un’altra stagione in rossonero dunque in prestito, ma questa volta la formula del prestito potrebbe prevedere il riscatto. Sulle cifre, sempre da quanto si apprende dalla Gazzetta, non ci sono al momento accordi. La volontà di Maldini e compagnia però, sarebbe quella di fissare un riscatto per una cifra che si aggira intorno ai 20-25milioni di euro.