Bonera: “Speciale lavorare con Pioli. Kessie leader, Ibra sensibile”

Lunga intervista concessa da Daniele Bonera a GazzaTalk. L’ex difensore del Milan, oggi membro dello staff di Pioli, ha parlato dei rossoneri ma anche del suo futuro

Daniele Bonera
Daniele Bonera (© Getty Images)

Daniele Bonera, membro dello staff di Stefano Pioli, oltre che ex giocatore del Milan, ha parlato del momento dei rossoneri. Per il mister arrivano dichiarazioni al miele, ma non solo per lui: “Lavorarci insieme è qualcosa di speciale – ammette Bonera -. Pioli ha tante doti, gli aggettivi si sprecherebbero per descriverlo. Mi piace il suo modo di gestire l’allenamento e lo spogliatoio. E’ molto duro quando serve a differenza di quanto può sembrare. E’ concentrato e molto meticoloso. E’ stato una bellissima sorpresa”.

Kessie e Kjaer leader del Milan: “E’ evidente che Kessie mette d’accordo tutti, ha avuto una crescita pazzesca sotto tutti i punti di vista, non solo umano. Ha fatto vedere di essere il leader vero. Metto sullo stesso gradino anche Kjaer, è stato molto importante nello spogliatoio, nei momenti più complicato. Non è mai bello fare dei nomi, credo che come squadra abbiamo fatto qualcosa di grande”.

Si riparte dalla quarta fascia Champions: “Anche se partiremo dalla quarta fascia, molte squadre non ci vorranno prendere il Milan nel proprio girone. Perché la Champions è da sempre l’habitat del Milan, ci auguriamo che possa essere l’inizio di un grande futuro”.


Leggi anche:


Nuovo Ibrahimovic

Arrivano belle parole anche Ibrahimovic : “Zlatan è cambiato rispetto a quando eravamo compagni di squadra – prosegue Bonera -. E’ diventato più riflessivo, gli piace parlare con i giovani e con il mister c’è un dialogo continuo. E’ una persa che da fuori può sembrare uno spaccone, ma è molto sensibile e attento a quelle che sono le vicende personali dei suoi compagni. Da dentro lo vivi sicuramente diversamente”.

Sul suo futuro da allenatore: “Allenare il Milan è il sogno di tutti ma c’è una bella lista di attesa (sorride, ndr.). Il Mila comunque adesso è in ottime mani con Pioli e cercheremo di fare un ottimo lavoro. Per chi è milanista da sempre, con me, sogna più degli altri di allenare questo club”.